Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:50 METEO:FIRENZE21°32°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 09 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Olivia Newton John: la trasformazione nel finale di «Grease»

Attualità mercoledì 20 aprile 2022 ore 16:00

Disabili respinti sul treno, uno sdegno nazionale

Anche il sindaco Cerri commenta il caso della comitiva di disabili di ritorno da Genova a Milano, con una gita organizzata dall'associazione Haccade



MONTECATINI VAL DI CECINA — Sdegno a livello nazionale, questo ha provocato quanto capitato ad una comitiva di 27 disabili con gli accompagnatori, cui nessuno ha lasciato il posto sul treno, peraltro prenotato, di ritorno da una gita turistica da Genova a Milano. Una gita che era stata pianificata nei minimi dettagli dall'associazione Haccade, che con sede alla Sassa opera in tutta Italia con il progetto "Turisti per Kaos". Parole di indignazione sono arrivate anche dal sindaco di Montecatini Val di Cecina, Sandro Cerri.

Il 18 Aprile, giorno di Pasquetta, la comitiva si è presentata alla stazione di Genova Piazza Principe per far ritorno a Milano, dopo una giornata trascorsa nel capoluogo ligure. Il treno regionale veloce 3075 delle 15,48 è però arrivato in stazione stracolmo, almeno una carrozza inservibile perché vandalizzata; e la comitiva lombarda, sebbene avesse i posti a sedere prenotati, non ha avuto modo di salire sul treno, con gli operatori di Trenitalia e persino alcuni agenti polizia ferroviaria incapaci di far rispettare la prenotazione, cosa che avrebbe obbligato qualcuno ad alzarsi e scendere dal treno.

Alla fine Trenitalia ha messo a disposizione della comitiva un autobus, una soluzione giudicata inadeguata dagli accompagnatori per vari motivi: l'inevitabile ritardo, la mancanza di servizi igienici adeguati, l'incertezza sul luogo di arrivo. Tutti disagi che poi si sono confermati, con l'arrivo dell'autobus a Milano in piazza Duca D'Aosta, nei pressi di una fermata dei bus Atm, e non alla stazione di Milano Centrale, senza l'assistenza dovuta da parte di Trenitalia. 

Tutti disguidi inaccettabili per i familiari dei disabili e per l'associazione Haccade, che se la prende soprattutto con Trenitalia e non con i passeggeri del treno, considerandoli anche loro vittime della situazione che si è venuta a creare.

"La vicenda dei ragazzi dell’Associazione Haccade, che ha sede nel nostro Comune, a Sassa, ha dell’incredibile e indigna enormemente - ha commentato il sindaco di Montecatini Val di Cecina, Sandro Cerri -. Non è possibile, in una Società civile ed evoluta come dovrebbe essere la nostra, che possano succedere cose del genere. Non rendere disponibili i posti regolarmente prenotati sul treno a Genova da parte della Associazione Haccade, ha sicuramente delle responsabilità che devono essere individuate".

"Ci potrebbero essere due parole che riassumono questa vicenda - ha aggiunto il primo cittadino -: vergogna e speranza. La vergogna di chi si è reso responsabile di questa vicenda, a tutti i livelli, la speranza è che questa brutta pagina possa servire a migliorare le nostre azioni ed il nostro agire quotidiano. Ai ragazzi di Haccade, alla sua Responsabile Giulia Boniardi, un abbraccio ed un forte sentimento di solidarietà e vicinanza".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una vettura contromano sulla Firenze Pisa Livorno si è scontrata con altre due automobili. Cinque persone sono rimaste ferite nell'incidente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca