Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°18° 
Domani 17°29° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 24 agosto 2019

Attualità giovedì 16 maggio 2019 ore 10:00

Zingaretti, il tour per l'Italia inizia in Toscana

Il segretario nazionale del Partito Democratico si è recato a Prato e poi a Firenze a sostegno delle candidature di Matteo Biffoni e Dario Nardella



FIRENZE — Il Partito Democratico si candida a dettare l'agenda politica del Paese, con questa proposta il segretario Nicola Zingaretti si è presentato a Firenze dove ha avuto inizio il tour che lo vedrà girare l'Italia per presentare il Piano che vede ai primi punti la riduzione delle tasse, un nuovo stipendio per 20 milioni di italiani da ricavare attraverso la riduzione delle imposte sul lavoro, l'attenzione alla green economy e l'azzeramento dei costi per l'istruzione.
Le due tappe toscane hanno visto Zingaretti impegnato in un incontro a Prato a sostegno della ricandidatura di Matteo Biffoni e successivamente a Firenze per il nuovo mandato di Dario Nardella.

"Siamo stanchi dei litigi che minano il paese e fanno aumentare la spesa pubblica, la crescita si è fermata, la produzione industriale è crollata" ha detto il segretario nazionale intervenendo a Firenze, ma sottolineando che "fanno finta di litigare perché non c''è mai la conclusione della frase". Ha poi aggiunto "Il lavoro cala e l'unica cosa che è aumentata è la cassa integrazione perché le aziende non hanno più ordinativi e hanno un esubero di personale che cominciano a mettere in cassa integrazione".
L'incontro fiorentino si è concluso citando l'articolo 3 della Costituzione "scritto da due donne" ha sottolineato il leader del PD e che "ben esprime il nostro concetto di Stato che elimina gli ostacoli che si frappongono tra i cittadini e l'espressione dei diritti fondamentali".

La campagna elettorale si gioca nelle strade "questa campagna non la si vince in tv - ha sottolineato Zingaretti - ma se tutti insieme, anche con l'unità bellissima che abbiamo ritrovato, ci sentiamo protagonisti di una battaglia politica per le strade" invitando i militanti a "guardare negli occhi soprattutto chi non ci ha più votato".

In visita a Prato ha toccato il tema dell'antifascismo "È bellissimo - ha detto -  che i primi che stanno reagendo a chi fa l'occhiolino al periodo che non vogliamo più che ritorni, siano le nuove generazioni". 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità