Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:55 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 30 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ischia, le case in bilico e la distruzione provocata dalla frana: il video dal drone

Attualità martedì 05 maggio 2015 ore 17:19

A tappe forzate contro il digital divide

Centonovanta Comuni e dieci Province insieme per dare il via in modo veloce e più semplice al piano che consentirà di allargare la rete di banda larga



FIRENZE — Li ha convocati la Regione in un incontro preparatorio alla conferenza dei servizi che servirà a far partire in tempi rapidi i lavori che consentiranno di installare la banda larga nei comuni toscani dove ancora non c'è, abbattendo così il digital divide fino al 99,7 per cento.

I Comuni potranno dare il proprio consenso al piano che porterà avanti Telecom, vincitrice del bando promosso da Regione e Ministero per lo sviluppo economico, semplicemente dicendosi disponibili ad aderire al percorso proposto dalla Regione.

La conferenza dei servizi potrà quindi chiudersi entro fine maggio-inizi giugno, in modo da avere la firma dell'accordo di programma (che avrà valore di autorizzazione) entro metà giugno circa e permettere a Telecom di iniziare subito i lavori per terminarli a fine ottobre.

L'auspicio della Regione è che tutti gli enti che aderiscono alla modalità della conferenza dei servizi, rilascino i loro pareri velocemente. Fin dai prossimi giorni su Open Toscana sarà possibile per i cittadini seguire l'iter dell'accordo, sapere chi ha dato i pareri, dove sono previsti i lavori e l'effettiva realizzazione degli stessi.

Il bando, emesso dal Mise attraverso Infratel Italia, la società pubblica del Gruppo Invitalia incaricata di attuare il "Piano Nazionale Banda Larga Italia" approvato dalla Commissione europea, prevede un investimento complessivo di 33,8 milioni di euro. La metà è a carico del pubblico: 17,3 milioni (7,4 della Regione), il resto (16,5 milioni) è finanziato da Telecom Italia.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno