Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:35 METEO:FIRENZE10°14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 04 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Com'è andare in bicicletta a Milano? Il nostro giro tra ciclabili, interruzioni, auto in sosta, pavé e cantieri

Attualità giovedì 02 luglio 2015 ore 15:11

Anche il Pd vuole la commissione sul Forteto

Il capogruppo Leonardo Marras propone Paolo Bambagioni come presidente. Ma Donzelli, Fratelli d'Italia, accusa il Partito democratico di ambiguità



FIRENZE — E' un sì convinto all'istituzione di una nuova commissione d'inchiesta sul Forteto quello che arriva dal Partito democratico della Toscana. 

"I consiglieri del gruppo Pd - ha scritto in un nota il capogruppo Leonardo Marras - firmeranno la proposta d’istituzione della commissione d’inchiesta sul Forteto. Lo faremo con convinzione e determinazione, anche perché nella ricerca della verità vogliamo essere in prima linea. Certo, si tratta di discutere tutti insieme dell’oggetto reale e degli obiettivi che vorremo attribuire alla commissione. Lo spirito che ci anima è quello dell’obiettività e della responsabilità, non certo quello di prestare il fianco a intenti meramente speculativi e strumentali. Anche perché nella ricerca di verità oggettive, bisognerà saper distinguere cose negative e fatti diversi che attengono a una realtà economica della nostra regione".

Per garantire l'obiettività appena citata, Marras ha proposto come presidente di questa nuova commissione consiliare d'inchiesta il consigliere Paolo Bambagioni. "Potrà rappresentare - conclude Marras - il punto di continuità e di esperienza, doti preziose e, crediamo, riconosciute da tutti".

Una presa di posizione netta che non convince però Giovanni Donzelli, consigliere regionale di Fratelli d'Italia che in mattinata si è scagliato contro alcune dichiarazioni rilasciate dal segretario metropolitano del Pd, Fabio Incatasciato, a Lady Radio. 

Secondo Incatasciato la costituzione di una nuova commissione che riaprirebbe "vicende che sono già appurate dalla magistratura è inutile e dannosa". Il segretario ha anche difeso gli attuali vertici della cooperativa, sostenendo che è stata fatta una pulizia all'interno del Forteto che ora sarebbe in mano a persone perbene.

"Le parole di Fabio Incatasciato - ha commentato Donzelli - sono lo specchio di come, ancora oggi, nel Pd ci siano seri imbarazzi su una presa di distanze seria e netta nei confronti della gestione del Forteto e degli appoggi che ha avuto in trent'anni di storia. Cos'ha da nascondere il Partito democratico?".

"Non ci possono essere ambiguità da questo punto di vista - ha spiegato Donzelli - la maggioranza dei condannati in primo grado lo scorso 17 giugno vive ancora al Forteto, mentre gli uomini di Fiesoli hanno ancora poteri all'interno".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno