Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:30 METEO:FIRENZE22°36°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 23 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane

Attualità lunedì 26 dicembre 2022 ore 18:45

Nuovo borgo toscano tra i più belli d'Italia

Borghi suggestivi nei quali tante persone vorrebbero tornare ad abitare secondo il buon proposito di fine anno, negli ultimi anni il più gettonato



BARBERINO TAVARNELLE — Tornare a vivere in un borgo antico è tra i più gettonati buoni propositi di fine anno, in Toscana ce ne sono diversi che appartengono alla grande famiglia dei Borghi più belli d'Italia.

Da oggi uno in più: San Donato in Poggio tra le colline del Chianti nel Comune di Barberino Tavarnelle, al confine tra l'area fiorentina e quella senese.

San Donato in Poggio è entrato a far parte della rete nazionale che conta più di 300 comuni dopo valutazioni e sopralluoghi che gli hanno conferito il marchio di qualità. Consegnato dall'Associazione Borghi più belli d'Italia, che ha riconosciuto i requisiti che valorizzano l'autenticità del luogo, la bellezza delle architetture, l'accoglienza, la tipicità delle risorse storico-artistiche ed enogastronomiche.

“Sono felice di poter dedicare questo traguardo alla mia comunità - ha commentato il sindaco David Baroncelli - un riconoscimento che è frutto di un lavoro di squadra, un impegno corale e collettivo realizzato dagli uffici competenti e dalle amministrazioni comunali che mi hanno preceduto, è un omaggio all’armonia alla qualità del vivere in campagna e al percorso di collaborazione e di cittadinanza attiva di un’intera comunità. Il nostro borgo - spiega il primo cittadino – è stato ammesso nel club per la qualità urbanistica e architettonica, l'attività di valorizzazione e promozione del proprio patrimonio, la presenza di un’offerta turistica e culturale, la rete urbana e l'accessibilità al borgo, l'armonia e l'omogeneità delle strutture, la vitalità della comunità”.

Il borgo chiantigiano si sviluppa intorno al castello di origine medievale, ha una forma circolare, lievemente allungata, caratterizzata da antiche porte, torri campanarie, vicoli, piazze che si affacciano sulla campagna con panorami mozzafiato, edifici storici come Palazzo Malaspina, di epoca quattrocentesca, pozzi e passaggi sotterranei, chiese monumentali tra cui la chiesa di Santa Maria della Neve e la pieve romanica al di fuori del Castello.

La Toscana conta diversi borghi nella rete (Eccoli tutti)

Anghiari, Barga, Buonconvento, Campiglia Marittima, Capalbio, Castelfranco di Sopra, Castiglione di Garfagnana, Cetona, Coreglia Antelminelli, Giglio Castello, Loro Ciuffenna, Lucignano, Montaione, Montefioralle, Montemerano, Montescudaio, Palazzuolo sul Senio, Pitigliano, Poppi, Populonia, Porto Ercole, Raggiolo, San Casciano dei Bagni, Santa Fiora, Scarperia e San Piero, Sovana, Suvereto.

I Borghi antichi sono luoghi preziosi ma spesso il sogno di riportarci la residenza si scontra con la funzionalità dei collegamenti per i trasporti pubblici e privati, dei servizi pubblici e da ultimo ma negli ultimi anni il più sentito, la connettività. 

Recuperare i borghi più belli per non avere i borghi fantasma

In tutta Italia c'è chi ha investito nel recupero delle vecchie abitazioni in pietra anche espropriandole all'abbandono e proponendole sul mercato a prezzi incentivanti, ci sono infrastrutture che sono state recuperate come le vecchie strade ferrate che sono state riattivate o rese percorsi ciclabili. La Toscana ha puntato sulla copertura digitale delle zone cosiddette "svantaggiate". Alcune aziende nazionali hanno investito contro lo spopolamento tra queste Poste Italiane che ha lanciato un piano per i piccoli comuni prevedendo anche uffici postali mobili ed itineranti. Il Pnrr infine è arrivato a sostenere alcuni progetti presentati proprio per mantenere vive quelle che furono le storiche comunità montane. 

L'associazione Borghi più belli d’Italia è nata  su impulso della Consulta del Turismo dell'Associazione nazionale Comuni Italiani e ha tra i partners l'Enit, l’agenzia nazionale del Turismo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno