Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 24 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Atleta iraniano di MMA prende a calci ragazza che non indossa il velo

Attualità martedì 05 dicembre 2023 ore 16:24

Logistica e interventi umanitari, studenti toscani premiati in Ue

Pietro Del Debbio e Gian Marco Comparini alla conferenza di Bruxelles
Pietro Del Debbio e Gian Marco Comparini alla conferenza di Bruxelles
Foto di: Unipi.it

Gian Marco Comparini e Pietro del Debbio studiano ingegneria nell'ateneo pisano: hanno vinto la IV edizione della European Defence Challenge



BRUXELLES — La logistica al servizio degli interventi umanitari: è con questo progetto che i due studenti toscani di ingegneria Gian Marco Comparini e Pietro del Debbio sono stati premiati in Europa nell'ambito della IV edizione della European Defence Challenge (Edc).

I giovani seguono il corso di laurea magistrale di Ingegneria gestionale (curriculum Digital Innovation) dell’Università di Pisa, e hanno ricevuto il premio a Bruxelles.

La Edc si svolge all'interno del progetto ASSETs+, la Strategic Alliance Europea per le tecnologie emergenti nel settore della Difesa. Vede l’Università di Pisa capofila ed è coordinato dal professor Gualtiero Fantoni entro un consorzio di 30 partner fra università, enti di ricerca e i principali player del settore. 

Il tema proposto in questa edizione della Edc riguardava le competenze trasversali per il settore della Difesa con un particolare focus sul management. La competizione prevedeva la preparazione e la presentazione di un report.

I due studenti toscani hanno proposto un metodo data-driven di supporto ai processi di decision-making che integra un modello di Intelligenza Artificiale. Il metodo si rivolge alla logistica negli interventi umanitari, in cui è necessario gestire le interfacce tra organizzazioni militari e non militari che collaborano tra loro. 

“Sfide quali tempestività, mancanza di risorse e scarsa comunicazione possono offrire opportunità per testare le tecnologie emergenti e analizzare criticamente i risultati. In questa proposta – hanno commentato Gian Marco Comparini e Pietro del Debbio – l’attenzione si è concentrata sulla fase di pianificazione degli interventi di soccorso progettando Pace, un metodo basato sui dati per supportare il processo decisionale che integra un modello di intelligenza artificiale". 

"L’obiettivo - proseguono - è quello di dare priorità agli interventi per consentire un’allocazione più efficiente delle risorse e garantire il successo dell’intervento. Inoltre, vengono presentati una serie di punti di forza e di sfide che possono essere incontrati nell'applicazione del metodo in contesti del mondo reale, nonché un'analisi delle parti interessate”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno