Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:05 METEO:FIRENZE10°17°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 13 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Stupro o sesso consenziente? Alcol, chat, testimonianza. Cosa dicono i giudici che i nostri figli devono sapere

Cronaca domenica 13 dicembre 2020 ore 19:10

Furto in casa di Paolo Rossi, caccia alla banda

Indagini dei carabinieri per risalire ai malviventi che sono entrati nella casa del campione. La moglie: "Il furto mi ha portato ancora più dolore"



BUCINE — C'è sconcerto e tanta amarezza per il furto avvenuto all'interno della casa di Bucine di Paolo Rossi, furto avvenuto mentre a Vicenza erano in corso i funerali del campione scomparso mercoledì scorso all'età di 64 anni.

Dietro a quel raid ci sarebbe una banda organizzata e non un ladro solitario. Questa la pista che stanno seguendo i carabinieri della compagnia di San Giovanni Valdarno che hanno avviato le indagini per trovare gli autori del furto. 

Da quanto si apprende, i banditi sarebbero arrivati nella tenuta di Poggio Cennina, nelle campagne del Valdarno, a bordo di due mezzi ma non avrebbero lasciato né impronte digitali né tracce del loro passaggio, a parte la finestra forzata da dove sono entrati.

Strano però che nel blitz i malviventi abbiano portato via – almeno a un primo esame - circa 150 euro e l’orologio Rolex d’oro del calciatore e qualche gioiello ma lasciando i cimeli calcistici di Pablito, medaglie e trofei.

Sul furto è intervenuta anche la moglie Federica Cappelletti, durante una intervista su Rai2: "Mi è stata tolta una cosa importante di Paolo, un orologio, oltre a una statuetta. Questo mi ha portato ancor più dolore, ma anche lui diceva che la cosa importante sono i sentimenti, non le cose. Per fortuna i cimeli li conservavamo da un'altra parte e non sono stati toccati".

Intanto il sindaco di Bucine Nicola Benini si è detto sconvolto per quanto avvenuto, "Rossi era amico di tutti qui, potevi trovarlo dal macellaio, al bar, in qualche cena pubblica - dice Benini -. Mi ha scritto stamani la moglie Federica sottolineando come non vuole che questo possa rovinare il fiume di affetto e amore formatosi intorno a Paolo. Spero comunque che prendano i banditi al più presto".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Regione ha predisposto un calendario che prevede, dal 12 al 15 Maggio, l'apertura graduale delle agende. Ma scarseggiano i posti per i sessantenni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Monica Nocciolini

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità