Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE12°28°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 18 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Maneskin, Victoria De Angelis dj (in bikini) nella stanza d'albergo

Cronaca lunedì 02 gennaio 2023 ore 14:20

Gettano rifiuti nell'area protetta del Parco

Nella zona sono subito intervenuti personale del Parco Nazionale Arcipelago Toscano e carabinieri forestali



CAPOLIVERI — Atti vandalici contro ambiente e natura nell'area protetta del Parco Nazionale Arcipelago Toscano anche a Capodanno. Lo segnala Legambiente Arcipelago Toscano che spiega che la notte del primo dell’anno a Mola, nella zona della “Spiaggia dei Cani” nel Comune di Porto Azzurro, qualcuno ha scaricato una grossa quantità di rifiuti direttamente sulla vegetazione adiacente al parcheggio sterrato.

"I volontari di Legambiente Arcipelago Toscano che erano a Mola fino al tardo pomeriggio del primo Gennaio, - come spiegano dal Cigno Verde, non avevano visto questo scarico di rifiuti - quindi i vandali hanno colpito la notte, come fanno di solito i vigliacchi e i delinquenti. Appena avuto notizia dell’accaduto grazie a una segnalazione, Legambiente Arcipelago Toscano ha subito avvertito il Direttore del Parco Nazionale Arcipelago Toscano Maurizio Burlando che ha allertato i Carabinieri forestali che sono prontamente intervenuti sul posto accertando la presenza di molti rifiuti che sembrano il frutto di uno svuotamento di una cantina".

Legambiente esprime ringraziamenti per  "chi ha segnalato questo ennesimo scempio e il Parco Nazionale e i Carabinieri forestali per il pronto intervento e spera che le indagini porteranno a individuare chi lo ha commesso, imbrattando e inquinando un’area protetta che è anche Zona speciale di conservazione dell’Unione europea. Speriamo che chi si è reso colpevole di questa indecente idiozia contro l’ambiente venga punito con il massimo della pena prevista e che venga chiamato a pagare le spese di rimozione e smaltimento dei rifiuti e di rimessa in pristino dei luoghi".

 I vandali elbani hanno iniziato il 2023 nel peggiore dei modi, ma potrebbero pagare care le conseguenze di questo scempio. Legambiente chiede a chiunque sia a conoscenza dei possibili autori della discarica abusiva di contattare gli Enti preposti", concludono da Legambiente.  


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno