Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:54 METEO:FIRENZE16°26°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 07 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
La finlandese Sanna Marin: «La via d'uscita dalla guerra? È una sola»

Attualità venerdì 03 luglio 2015 ore 15:30

Il Cesvot oltre la crisi

Nuova organizzazione interna, riduzione di spese per oltre 800mila euro e il centro per il volontariato della regione Toscana chiude lo stato di crisi



FIRENZE — Sedi e personale ridimensionato per il Cesvot che circa un anno fa era stato costretto ad aprire una procedura di crisi con l'esubero di 15 dipendenti e un piano generale di risparmi. Tutto questo per la drastica riduzione dei contributi delle fondazioni bancarie destinati per legge ai Centri Servizio, finanziamenti calati fino al 75% rispetto al 2007 quantificabili in 6milioni di euro. Lo stato di crisi si è chiuso in accordo coi sindacati e i lavoratori e nove dipendenti del Cesvot hanno deciso di intraprendere un percorso di esodo incentivato; sempre nella nuova organizzazione le unità operative regionali sono passate da 5 a 3, e la struttura territoriale è stata razionalizzata. Inoltre è stata avviata la disdetta di molte sedi territoriali in favore di affitti più bassi.

Confermati undici sportelli in ciascun capoluogo di provincia più Empoli che saranno coperti da un team di operatori per ciascuna delle aree territoriali di riferimento: centro, costa e sud. L’apertura al pubblico di ciascuna delegazione passerà da 16 a 18 ore settimanali.

"A partire dal 2016 - ha spiegato il presidente, Federico Gelli - la riduzione delle spese di bilancio permetterà un risparmio di 506 mila euro l'anno dovute a riduzione dei costi fissi e del personale. Ma già nel biennio precedente erano stati assunti provvedimenti per un totale di risparmi di circa 300 mila euro di cui 160 mila sulle spese di consulenza". 

Per il futuro Gelli ha sottolineato che sarà adottata una nuova politica di organizzazione che vedrà il Cesvot posizionarsi su nuove frontiere di assistenza e tutela previste dalla legge di riforma del terzo settore, e soprattutto dalle risorse che derivano da nuovi rapporti coi livelli istituzionali, a partire dalla Regione.

Nei prossimi tre anni Cesvot riceverà 180 mila euro all'anno nell'ambito di una convenzione con la Regione Toscana. La convenzione, ha spiegato Gelli, "ci permetterà di svolgere in nome e per conto della Regione una serie di funzioni di assistenza e aiuto al volontariato". I 180 mila euro annui previsti, ha affermato Gelli, "rispetto alle cifre complessive del bilancio del Cesvot è una cifra abbastanza piccola, ma è un segnale importante di inversione di tendenza. Vogliamo dimostrare che non dipendiamo più solo dalle fondazioni bancarie, che hanno ridotto le loro risorse del 75%, ma anche dalle nostre capacità e competenze". 

Inoltre, ha spiegato il presidente del Cesvot, "con la riforma del terzo settore nasceranno rapporti, molto probabilmente convenzionali, con il Ministero delle Politiche sociali e del Lavoro per una serie di competenze che la legge delega ci affiderà prossimamente".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Servizio di Serena Margheri
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il conducente, 37 anni, ha riportato un brutto trauma cranico ed è stato soccorso in codice rosso per poi essere trasportato d'urgenza in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Monitor Consiglio

Attualità

Attualità