Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE10°13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 08 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Meloni alla Prima della Scala: «Sono incuriosita, è la mia prima volta»

Attualità giovedì 29 gennaio 2015 ore 10:02

Scuola dei marescialli, nuova condanna alla cricca

La Corte d'appello di Roma ha confermato il giudizio di primo grado sui costruttori del complesso di Firenze: Balducci, De Santis, Fusi e Piscicelli



ROMA — Concorso in corruzione. E' questa l'accusa formulata ormai 5 anni fa a carico degli imprenditori che si occuparono di costruire la Scuola dei Marescialli di Firenze e dei loro referenti all'interno della pubblica amministrazione.

Un'accusa che ieri è stata confermata anche dalla Corte d'appello di Roma, che ha certificato l'esistenza di una cricca che ha pilotato l'appalto per la realizzazione di un mega complesso destinato a formare i futuri marescialli e brigadieri dell'Arma. 

Per Angelo Balducci, ex presidente del Provveditorato ai lavori pubblici e per Fabio De Santis, che ricopriva lo stesso ruolo ma a livello toscano, la condanna è a 3 anni e 8 mesi di reclusione. Pene più lievi per gli imprenditori Francesco De Vito Piscicelli e Riccardo Fusi condannati a 2 anni e 8 mesi

Una storia che comincia nel 2001 quando la Btp di Riccardo Fusi si aggiudica l'appalto per la costruzione della scuola, ma viene poi estromessa per un contenzioso tra l'azienda e lo Stato. L'appalto viene assegnato ad Astaldi nel 2006 ma, grazie all'intervento di Denis Verdini, coordinatore nazionale del Pdl e amico di Fusi che fa pressioni sull'allora ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli, tutto viene bloccato. Al provveditorato regionale viene nominato De Sanctis, che estromette Astaldi e riassegna l'appalto a Btp.

Morale della favola il costo dell'opera previsto inizialmente per 190 milioni di euro, è lievitato fino a 450 milioni.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno