Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 14°17° 
Domani 12°17° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 19 ottobre 2019

Attualità giovedì 26 marzo 2015 ore 13:32

"Conseguenze devastanti dall'Imu sulle seggiovie"

Durissimo intervento della presidente di Anci Toscana Sara Biagiotti dopo la sentenza della Cassazione sugli impianti di risalita



FIRENZE — La recente sentenza della Corte di Cassazione che obbligherebbe i gestori delle seggiovie e di altri impianti sciistici a pagare l’Imu ha provocato la reazione di molti Comuni montani anche in Toscana. 

“Chiediamo al Parlamento un intervento che chiarisca questa situazione e cancelli questa ipotesi - afferma la presidente Anci Toscana Sara Biagiotti - Le conseguenze di questa sentenza potrebbero essere devastanti per il sistema neve della nostra regione, un comparto turistico importante che già vive un momento di crisi. E’ necessario mobilitarci e far sentire la nostra voce”.

La sentenza del 5 marzo 2015 nasce da un contenzioso tra l’Agenzia delle Entrate e la società che gestisce la funivia di Arabba: secondo la Corte, nel caso di un impianto di risalita funzionale alle piste sciistiche, non sussiste il presupposto del classamento catastale come mezzo pubblico di trasporto. 

Le prime stime parlano di cifre da pagare che vanno dai 25mila euro all'anno per una seggiovia a sei posti ai 50mila per una telecabina a otto posti.



Tag

Meloni a Roma: «Cinquestelle stretti in auto blu come sardine in salamoia»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità