Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 00:15 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 01 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'ultima gara di Federica Pellegrini: primo posto con standing ovation e tuffo con il presidente Malagò

Attualità martedì 10 agosto 2021 ore 19:25

In Toscana incidenza Covid a 126, è la seconda più alta d'Italia

Una turista a Firenze con la mascherina
Una turista a Firenze con la mascherina

Il matemarico Sebastiani: "Sicilia a rischio zona gialla fra 10 giorni, Sardegna fra 17". L'effetto green pass? Non prima di Ferragosto



ROMA — La Toscana è fra le 4 regioni italiane con l'incidenza settimanale dei contagi da Covid superiore a quota 100, il valore di oggi riportato sul sito public.flourish.studio.it è 126 nuovi casi ogni 100mila abitanti. Un'incidenza più alta ce l'ha solo la Sardegna (145) mentre la seguono la Sicilia con 119 e l'Umbria con 104.  L'incidenza media nazionale è molto più bassa, 72 nuovi casi ogni 100mila abitanti.

Sempre la Toscana è fra le 4 regioni dove, negli ultimi giorni, il tasso di occupazione delle terapie intensive è cresciuto di almeno 1 punto percentuale, superando il 5%, ma va detto che la situazione resta ampiamente sotto controllo: per far scattare la zona gialla con un'incidenza superiore ai 50 nuovi casi ogni 100mila abitanti è necessario che venga superata la soglia di sicurezza sia nelle terapie intensive che nei reparti ordinari. 

Oggi in Toscana i malati di Covid in terapia intensiva sono 30 a fronte di una disponibilità di 570 (la soglia di sicurezza è il 10%, quindi parliamo di 57 posti letto, quasi il doppio di quelli occupati attualmente) mentre i malati ricoverati nei reparti ordinari sono 253 a fronte di una disponibilità di 5.033 (la soglia di sicurezza è il 15%, quindi si tratta 759 posti letto, il triplo di quelli occupati oggi).

Secondo il matematico dell'Istituto Picone del Cnr Giovanni Sebastiani, se le situazioni negli ospedali restano quelle attuali la Sicilia potrebbe finire in zona gialla fra 10 giorni e la Sardegna fra 17 mentre per il Lazio, che ha un tasso di occupazione del 6,8% nei reparti ordinari e del 6,6 nelle intensive, il cambio di colore potrebbe avvenire fra 3 settimane. In Toscana il rischio giallo potrebbe profilarsi a fine mese ma ovviamente, se nelle prossime settimane l'incremento dei ricoveri rallenta o inverte la tendenza, queste previsioni saltano.

E poi c'è l'effetto green pass obbligatorio che dovrebbe scattare alcuni giorni dopo Ferragosto. Il fisico Roberto Battiston dell'Università di Trento oggi ha sottolineato che l'attuale quarta ondata della pandemia sta procedendo 10 volte più lentamente della seconda ondata, quella dell'Ottobre scorso, con un impatto molto più basso sul servizio sanitario nazionale.

Per un quadro generale, qui sotto trovate il tasso di occupazione delle terapie intensive di tutte le regioni così come sono riportate oggi sul sito dell'Agenas, aggiornate al 9 Agosto:

- Abruzzo (1%), 

- Basilicata (1%), 

- Calabria (2%), 

- Campania (3%), 

- Emilia Romagna (+1%, arriva al 4%), 

- Friuli Venezia Giulia (1%), 

- Lazio (+1%, arriva al 7%), 

- Liguria (7%), 

- Lombardia (+1%, arriva al 3%), 

- Marche (3%), 

- Molise (3%), 

- Provincia autonoma di Bolzano (2%), 

- Provincia autonoma di Trento (-1%, raggiunge quota 0%),

- Piemonte (1%), Puglia (3%), 

- Sardegna (11%, oltre soglia del 10%),

- Sicilia (7%), 

- Toscana (+1, raggiunge quota 5%%), 

- Umbria (1%), 

- Valle d'Aosta (0%) 

- Veneto (2%).

Per quanto riguarda il tasso di occupazione dei posti letto da parte di pazienti Covid nei reparti ordinari, è salito di 1 punto in Abruzzo (arrivato al 4%), Campania (al 7%), Emilia Romagna (al 5%), Lazio (al 7%), Molise (al 2%), Puglia (al 4%) e in Sicilia, dove è arrivato al 14%, quindi vicinissimo alla soglia del 15%.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dopo il boato è scoppiato un incendio che ha generato una gigantesca colonna di fumo nero. Grande paura ma nessun ferito
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Lavoro