Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:25 METEO:FIRENZE19°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 16 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Canarie: terremoto di magnitudo 4,5 provoca nuovo fiume di lava, altri 300 evacuati

Attualità venerdì 24 settembre 2021 ore 23:05

Draghi firma il Dpcm, gli statali devono tornare in ufficio

Un ufficio pubblico
foto di repertorio

Riaprono gli sportelli degli enti pubblici a partire dal 15 Ottobre, con obbligo di green pass. Ma ci sono 320mila non vaccinati



ROMA — Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha firmato un nuovo Dpcm per disporre che, dal 15 Ottobre, la modalità ordinaria di lavoro nelle pubbliche amministrazioini sarà in presenza; in pratica il ritorno in ufficio per migliaia di dipendenti pubblici che finora hanno lavorato in smart working.

Tutti gli sportelli potranno quindi riaprire al pubblico, ovviamente nel rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid e con obbligo di green pass per i lavoratori. Considerando che i sanitari, le forze dell'ordine e il personale della scuola sono già tenuti a mostrare il green pass per entrare nei rispettivi posti di lavoro, il decreto riguarda circa 900mila persone e di queste circa 580mila risultano già vaccinate.

Sull'operazione pesa quindi l'incognita dei non vaccinati, circa 320mila, il 10% dei 3 milioni e 200mila dipendenti pubblici italiani.

Le modalità del rientro al lavoro di chi era in smart working e le misure anti-Covid da adottare saranno fissati dal Ministero della Pubblica amministrazione con una circolare ma si sa già che il controesodo sarà graduale e gli orari di ingresso e di uscita flessibili o scaglionati, anche per le inevitabili conseguenze sul servizio di trasporto pubblico. 

Il ministro Brunetta ha precisato che i primi a tornare in ufficio saranno i lavoratori che si occupano di servizi diretti al cittadino ed entro la fine del mese l'operazione dovrà essere completata. Una piccola quota di smart working potrà essere mantenuta dove sussistano "i necessari requisiti organizzativi e tecnologici" o per lavoratori con particolari ruoli e necessità, come i portatori di handicap e i genitori di bambini con meno di 3 anni.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il terribile incidente è avvenuto tra un'auto e una bicicletta. I medici hanno tentato di rianimare la donna ma per lei non c'è stato niente da fare
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS