Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:43 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 01 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Letta «Queen maker» scopre le carte: ecco chi è il primo identikit del Pd per la corsa al Colle

Attualità domenica 26 febbraio 2017 ore 14:30

Due serpentoni di auto per dire no alla Tirrenica

Più di 250 auto partite da Capalbio e da Grosseto si sono ritrovate a Orbetello per la manifestazione contro il progetto del collegamento autostradale



ORBETELLO — Due lunghi cortei di auto hanno attraversato la Maremma per ribadire il no di comitati, associazioni ambientaliste e sindaci al progetto della nuova Tirrenica nonchè per chiedere di risolvere i problemi di viabilità di questa parte della Toscana limitandosi a effettuare lavori di adeguamento e messa in sicurezza della statale Aurelia.

Due lunghi cortei di auto sono partiti rispettivamente dal parco di via Giotto di Grosseto e dal giardino dei tarocchi di Capalbio per ritrovarsi a Orbetello, sfilando per le strade cittadine fra bandiere sventolanti e cartelli.

Sul fronte istituzionale, hanno partecipato alla manifestazione i sindaci Antonfrancesco Vivarelli Colonna di Grosseto, Luigi Bellumori di Capalbio, Andrea casamenti di Orbetello e Diego Cinelli di Magliano in Toscana e la presidente del Parco della Maremma Lucia Venturi.

“Dobbiamo tirare fuori l’orgoglio di essere maremmani e la manifestazione di oggi ha dimostrato grande maturità contro un progetto immaturo - ha spiegato Angelo Gentili della segreteria nazionale di Legambiente - La partecipazione di tutto il territorio rappresenta l’ennesimo segnale contro questo progetto che fa acqua da più parti. Questa manifestazione ha ribadito che l’unica soluzione che risponde alle esigenze del territorio è la messa in sicurezza dell’Aurelia. Inoltre chiediamo a Sat l’apertura di un tavolo di confronto con i sindaci, le organizzazioni e i cittadini delle comunità interessate per inserire l’adeguamento dell’Aurelia in un progetto di mobilità integrata e intermodale nel corridoio tirrenico, basato sull’uso di tutti i vettori di trasporto". 

I promotori della protesta hanno annunciato un incontro a breve di tutti i sindaci del territorio con il ministro alle infrastrutture Graziano Del Rio.

La manifestazione è stata organizzata da Italia nostra, Legambiente, Wwf, Coordinamento dei comitati e associazioni ambientalisti della provincia di Grosseto, Coordinamento no Sat Colli e laguna di Orbetello, Grosseto al centro, Comitato Maremma viva, Acu Grosseto, Forum ambientalista, Fai Toscana, Comitato al diritto per la mobilità di Tarquinia con l’adesione di numerose forze politiche.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dopo il boato è scoppiato un incendio che ha generato una gigantesca colonna di fumo nero. Grande paura ma nessun ferito
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Cronaca