Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:30 METEO:FIRENZE12°19°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 24 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Federer lascia il tennis: l'ultimo punto, l'abbracco con Nadal e le lacrime

Attualità mercoledì 01 giugno 2022 ore 18:20

E' nata "Io ti aiuto" per chi è stato in terapia intensiva

L'associazione, presentata nella sede della presidenza regionale, offre aiuti e sostegni a chi ha vissuto questa drammatica esperienza



FIRENZE — Chi ha vissuto l’esperienza della terapia intensiva lo sa. Lo sanno anche i familiari di coloro che hanno avuto un periodo di permanenza in terapia intensiva: una volta superato quel momento, il supporto è fondamentale. Vuoi per il complesso percorso di riabilitazione, vuoi per le cure particolari sono necessarie o anche solo per un supporto psicologico per tornare alle attività sociali.

Un insieme di sostegni e di aiuti non sempre  reperibili in via automatica e che adesso interpreta e mette in pratica l’associazione “Io ti do aiuto”.

Nata per volontà di chi ci è già passato, l’associazione “Io ti do aiuto” è presieduta da Luigi Paccosi, presidente di Cesvot, il centro servizi per il volontariato, ed è stata presentata oggi nella sede della presidenza regionale dal governatore Eugenio Giani e dalla vicepresidente Stefania Saccardi. Riunisce al momento 40 soci.

Questi gli obiettivi dell’associazione: collaborare con le istituzioni e la società civile per umanizzare le cure in terapia intensiva, garantire l’accompagnamento e il supporto delle persone guarite da una grave malattia acuta, promuovere l'informazione sulle cure dopo un ricovero in terapia intensiva, supportare e farsi carico di interventi rivolti ai familiari che si occupano dei pazienti dimessi da una terapia intensiva.

L'associazione punta anche a contribuire concretamente ad una organizzazione su larga scala dell'offerta socio-sanitaria e a impegnarsi nella costruzione di una rete di Ccentri di assistenza (Recovery Center) disegnati espressamente per le persone che sono state ricoverate per un periodo significativo in una terapia intensiva per insufficienza respiratoria, trauma, infezioni gravi, gravi disfunzioni d’organo e altre condizioni con lo scopo di prevenire ulteriori complicanze, accelerare il processo di recupero e supportare la persona nel reinserimento sociale.

“Costituire questa associazione così bella, che riunisce pazienti, familiari e eccellenze nel campo sanitario, mettendo in rete chi ha vissuto direttamente o indirettamente l’esperienza della terapia intensiva e di conseguenza un percorso di riabilitazione così delicato, e’ un’azione che va a colmare un vuoto e quindi quantomai importante - ha detto il presidente Eugenio Giani - La parola terapia intensiva mi è diventata vicina da quando sono presidente perché è passata da una dimensione di nicchia a una dimensione di massa ed io, che ci sono a tu per tu ogni giorno con i bollettini Covid che mi aggiornano quotidianamente, ho preso coscienza di quanto la terapia intensiva sia una dimensione a cui si può arrivare tutti. Questa è una delle consapevolezze che ci ha lasciato il Covid e perciò il post terapia intensiva, ma naturalmente di ogni patologia, va seguito con cure a 360 gradi. Aggiungo che la condivisione di questa esperienza si è inserita in un sistema sanitario e sociale come quello toscano che non lascia indietro nessuno e il veder nascere un’associzione in questo tessuto straordinario è una bellissima notizia. Augurandole buon lavoro dico, fin da adesso, che la Regione c’è e che sarà al suo fianco”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una 35enne toscana ha perso la vita nell'incidente avvenuto su una strada statale del Cosentino. Ferito il conducente dell'autoarticolato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità