Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 13° 
Domani -1°8° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 26 febbraio 2020

Cronaca giovedì 03 dicembre 2015 ore 12:00

La mamma con la pistola fa infuriare i genitori

La neo eletta presidente del consiglio d'istituto pubblica una foto che la ritrae mentre spara, i genitori protestano. La condanna del Comune



CAMPO NELL'ELBA — Il caso che sta animando la giornata campese arriva in Comune e quello che esce da piazza Dante è un chiaro messaggio di condanna. Una delegazione di genitori ha infatti portato all'attenzione dell'amministrazione comunale alcuni post che la presidente del consiglio d'istituto Luciana Mari ha condiviso sul proprio profilo Facebook: alcune foto che la ritraggono mentre impugna un'arma e un post nel quale si attacca pesantemente l'ex ministro Cecile Kyenge.

Una situazione che ha messo in forte imbarazzo l'amministrazione comunale che chiede immediati chiarimenti e provvedimenti al consiglio d'istituto.

"Abbiamo verificato le segnalazioni dei genitori - ha dichiarato l'assessore all'istruzione Maria Cristina Galli - e non possiamo che biasimare il contenuto di quei messaggi. L'amministrazione di Campo è da sempre in prima linea per portare avanti messaggi ben diversi come dimostrano le iniziative che abbiamo sempre intrapreso con la scuola, non ultima la Festa della Toscana che si basa su valori come integrazione e rispetto".

Messaggi, quelli della Mari, che "stridono in maniera evidente - secondo l'assessore - con il ruolo di presidente del consiglio d'istituto e di guida del comitato genitori. E' un ruolo importante e decisionale - continua la Galli - non possiamo permettere che certe idee vengano trasmesse in quella sede. Crediamo che il consiglio d'istituto abbia gli anticorpi per correggere questa situazione e penso che quando si riunirà il presidente potrà spiegare e prendere i giusti provvedimenti".

Non pronuncia direttamente le parole dimissioni ma è chiaro che aleggino nell'aria: "Il consiglio è autonomo e noi non possiamo interferire - precisa l'assessore - ma c'è sempre stata una grande collaborazione con i genitori e con l'amministrazione, ci aspettiamo che vengano intraprese azioni che ristabiliscano l'onorabilità dell'istituzione".

Una data per la convocazione del consiglio d'istituto non è stata ancora fissata ma dal Comune fanno sapere che è in discussione in queste ore mentre il preside, Enzo Giorgio Fazio, ha preso tempo per studiare il caso prima di esprimersi ufficialmente.

Il caso, nato nei giorni scorsi, riguarda le immagini che ritraggono la Mari in posa con una pistola nell'atto di sparare e, successivamente, con un fucile mentre si trovava in un poligono di tiro a Cecina. Sotto accusa anche un'altra foto, scattata durante la recente festa di Natale a Sant'Ilario dedicata ai bambini, in cui la rappresentante dei genitori, vestita da Babbo Natale, mostra il dito medio all'obiettivo.

"Quelle foto sono state fatte in un regolare poligono - ha dichiarato a caldo - e io ho un regolare porto d'armi mentre la foto con il vestito di Babbo Natale era solo uno scherzo fra amici. Io sono stata eletta per fare il bene dei ragazzi e grazie all'impegno che ho sempre messo per la nostra scuola e continuerò a farlo. Per il resto non ho altro da aggiungere per adesso".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata



Tag

Coronavirus, lo spot con Amadeus: «Osserviamo le regole e aiutiamoci, insieme ce la facciamo»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità