Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:35 METEO:FIRENZE10°14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 05 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Com'è andare in bicicletta a Milano? Il nostro giro tra ciclabili, interruzioni, auto in sosta, pavé e cantieri

Cronaca mercoledì 28 marzo 2018 ore 14:20

​Esplosione nel porto di Livorno, due morti

La deflagrazione è avvenuta in un serbatoio delle banchine industriali. Le vittime sono due operai che stavano lavorando all'esterno della cisterna



LIVORNO — Due operai sono deceduti in un'esplosione che si è verificata nel porto industriale all'altezza dell'accosto 28. La zona è stata completamente evacuata. La deflagrazione ha riguardato uno dei serbatoi di olii combustili situati all'interno del deposito costiero Neri.

Uno dei due operai è morto carbonizzato, l'altro è spirato nell'ambulanza che lo stava portando in ospedale. Entrambi lavoravano per la Labromare, società che effettua lavori di pulizia e di bonifica ambientale.

Inizialmente si era diffusa la notizia che anche un terzo operaio era rimasto coinvolto nel terribile incidente, rimanendo ferito gravemente. Poi la precisazione dei soccorritori: non ci sarebbero altre persone coinvolte.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, i mezzi del 118 e le forze dell'ordine.

Secondo i primi rilievi, i due operai stavano effettuando lavori di manutenzione all'esterno del serbatoio numero 62. Uno dei due era più esperto dell'altro. Il silos era stato svuotato del suo contenuto, acetato di etile.

L'esplosione ha fatto piegare e inclinare la grossa cisterna che ora è appoggiata da un lato su un altro serbatoio. I vigili del fuoco stanno controllando la stabilità e le condizioni di sicurezza delle due strutture.

Notizia in aggiornamento


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno