Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°27° 
Domani 15°27° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 17 giugno 2019

Attualità mercoledì 27 febbraio 2019 ore 16:11

Credito più veloce per le imprese toscane

La Toscana fa da apripista a livello nazionale con uno strumento di garanzia sui prestiti messo a punto da Fidi Toscana, Federazione Bcc e tre banche



FIRENZE — Accesso più facile al credito per le piccole e medie imprese toscane grazie al nuovo strumento presentato nella sede della presidenza della Regione Toscana nato dalla collaborazione tra Fidi Toscana, Federazione delle Banche di Credito Cooperativo e tre istituti toscani, Banco Fiorentino, Chianti Banca e Banca Alta Toscana. Plafond di 20 milioni di euro per la prima operazione a livello nazionale in materia di garanzie sui prestiti:

In sostanza Fidi Toscana, la finanziaria nata nel 1975 per volontà della Regione per aiutare le imprese a ottenere prestiti a vantaggio degli investimenti, concederà alle banche una garanzia all'80 per cento, a prima richiesta, sulla cosiddetta tranche junior pari al 10,31 per cento del portafoglio di finanziamenti mentre a carico degli istituti di credito saranno le perdite della tranche senior.  L'importo finanziabile va da un minimo di 30mila a un massimo di 300mila euro in cinque anni. La garanzia di Fidi Toscana è risultata decisiva per offrire alle imprese prestiti con tassi che partono dall'1,25 per cento.

"Insieme a partner di assoluto livello - ha detto Lorenzo Petretto, presidente di Fidi Toscana - abbiamo voluto dare un sostegno concreto ai tanti imprenditori che con fatica, ma anche con tanta passione, ogni giorno lavorano per dare prospettive nuove alle loro aziende e ai loro territori". "Si tratta - ha aggiunto il presidente di Federazione Toscana Banche di Credito Cooperativo - di una prima sperimentazione a livello nazionale di un portafoglio assistito dalla controgaranzia del Fondo di garanzia per le Pmi che potrà essere successivamente essere estesa anche alle altre Bcc toscane". 

Sull'importanza degli investimenti e, quindi, dell'accesso al credito da parte delle imprese, soprattutto quelle medie e piccole, è intervenuto il governatore toscano Enrico Rossi, alla luce anche dei venti di recessione che soffiano a livello nazionale: "Gli investimenti sono il vero problema del nostro Paese: sono pochi e insufficienti - ha detto - Come Regione abbiamo deciso nell'ultimo bilancio di imprimere una forte accelerazione sugli investimenti, che sono la leva più importante per tornare a crescere: investimenti pubblici ma anche sostegno attraverso i fondi europei a quelli privati". 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità