Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE18°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, il bombardamento del palazzo della sede dell'Ap e di Al Jazeera

Attualità martedì 01 dicembre 2015 ore 15:28

Acqua, l'amianto c'è ma non fa paura

Servizio di Tommaso Tafi

L'Autorità idrica toscana ha effettuato le analisi nelle tubature in cemento amianto: solo nel 5% dei casi sono state trovate fibre del minerale



FIRENZE — L'acqua che sgorga dai rubinetti delle case dei toscani non è pericolosa. Anzi. A certificarlo è stata l'Autorità idrica Toscana che ha effettuato un monitoraggio delle quantità di fibre d'amianto presenti nell'acqua che scorre nelle tubature.

I tecnici hanno individuato 300 punti di prelievo lungo i 1.900 chilometri di tubature in cemento amianto presenti sul territorio regionale e che rappresentano circa il 6% del totale. Risultato: solo nel 5% è stata individuata la presenza di fibre di amianto, ma comunque si tratta di concentrazioni minime, ben al di sotto della soglia di sicurezza dei 7 milioni per litro individuata dall'agenzia ambientale statunitense.

"Questo dimostra - ha detto il presidente di Confservizi Cispel Toscana, Alfredo De Girolamo -, che l'acqua del sindaco può essere bevuta senza pericoli e che bene hanno fatto le società di gestione del servizio idrico a investire per potabilizzarla".

Le società di gestione si occuperanno anche di effettuare monitoraggi continui e pubblicare i risultati sul sito dell'Autorità idrica. 

Per il momento invece l'Ait non procederà alla rimozione delle tubature più vecchie in cemento amianto. 

"Quella - ha detto il direttore generale Alessandro Mazzei - è una fase delicata e pericolosa. Provvederemo alle rimozioni sono in caso di necessità".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un effetto collaterale che si è verificato nella studentessa è quello di aver sempre sete. Il virologo Pregliasco l'ha presa in cura
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità