comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:05 METEO:FIRENZE10°14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 28 novembre 2020
corriere tv
Le ultime immagini di Maradona, passeggia e ricambia il saluto di una bambina

Attualità giovedì 09 luglio 2020 ore 10:51

Alberghi vuoti e gli stagionali restano a casa

I flussi turistici dall'estero sono fermi, Federalberghi ha registrato un calo delle presenze dell'80 per cento rispetto allo stesso periodo del 2019



FIRENZE — L'Osservatorio nazionale di Federalberghi ha reso noti i dati di giugno relativi alle presenze turistiche evidenziando un calo dell’80,6 per cento con il 93,2 per cento di stranieri in meno ed un calo del 67,2 per cento degli italiani.

"La burrasca è ancora in corso e flagella le imprese - ha commentato il presidente nazionale, Bernabò Bocca - Le priorità del settore sono di prorogare la cassa integrazione, completare la manovra su imu e affitti e incentivare la riqualificazione delle imprese".

Intanto Federalberghi Toscana ha espresso preoccupazione per la "gravità della situazione" dovuta al fatto che "molte imprese non riapriranno per la stagione turistica, e rischiano di non riaprire mai più". Un duro colpo anche all'occupazione perché "molti collaboratori e lavoratori stagionali non potranno essere riassunti quest'anno".

commentato la nota pubblicata da Irpet sull'impatto del Coronavirus sull'economia turistica della Toscana. L'istituto di ricerca ha elaborato due possibili scenari derivanti dal prolungarsi dell'emergenza sanitaria, nell'ipotesi più ottimista prevede un calo complessivo delle presenze del 38 per cento per la Regione Toscana, e stima un calo annuo del 67per cento nell'ipotesi più negativa. "Lo scenario più negativo è anche quello più probabile - ha detto il presidente di Federalberghi Toscana, Daniele Barbetti - Le misure di contenimento infatti dureranno per molti mesi e possiamo facilmente prevedere la mancata riapertura del mercato internazionale. L'IRPET certifica che il turismo, e in particolare il settore ricettivo, è il comparto che subirà più duramente e più a lungo la crisi economica dovuta al Covid, e valutiamo che il danno economico sarà purtroppo anche superiore ai 7 miliardi stimati da IRPET”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità