Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12°13° 
Domani 17° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 24 aprile 2019

Attualità giovedì 10 dicembre 2015 ore 10:22

Alla Leopolda i militanti interrogano i ministri

Dai tavoli della politica, condotti da amministratori e parlamentari, al question time dei "Renzi boys" che interpelleranno i ministri sul palco



FIRENZE — La Leopolda del primo ministro Matteo Renzi cresce sempre più. La kermesse politica, giunta all'edizione numero 6 e in programma a Firenze da venerdì a domenica prossima sarà nel segno della maturazione, dalla rottamazione all'acquisita e interiorizzata responsabilità di governo. A partire dal titolo, preso a prestito dal libro di Antoine de Saint Exupery, "La Terra degli uomini" che parla di questi temi. 

Matteo Renzi, nella Enews, sottolinea che la formula che ha caratterizzato da sempre la manifestazione, non cambia: interventi da 5 minuti, più proposte e meno polemiche. Bandito l'uso del politichese, così come le bandiere del Pd, niente "cento tavoli". 

Renzi ha invitato con una lettera deputati e senatori: "A chi scrive che non facciamo parlare i parlamentari, rispondete a tutti che la Leopolda è da sempre una casa della politica, non dell'antipolitica. Vi aspetto", dice Renzi, aggiungendo: "Chi vuole intervenire ce lo faccia sapere, compatibilmente con l'organizzazione della serata. Noi ci proviamo, come sempre". 

Passato, presente, futuro: questa la chiave delle tre giornate è passato presente e futuro. In concreto il programma: venerdì sera, annuncia il segretario del Pd sempre nella Enews, ci sarà un riassunto "di come abbiamo passato il 2015, e ne sentiremo delle belle, guidati da due leopoldini storici", i due giovani amministratori Ciro Bonajuto, sindaco di Ercolano, e Ottavia Soncini, vicepresidente del consiglio regionale dell'Emilia Romagna. 

Sabato sono in programma interventi "su cosa vogliamo dal 2016" mentre la sera ci saranno visite speciali in tre musei di Firenze, aperti per l'occasione oltre l'orario consueto, quello dell'Opera del Duomo, recentemente rinnovato, Palazzo Vecchio e Palazzo Strozzi. Per i primi 300 che si iscriveranno alla Leopolda l'ingresso in una delle tre gallerie sarà gratuito. 

Momento clou della giornata centrale sarà un question time a quattro ministri interrogati dai partecipanti alla Leopolda: "In un modo innovativo e divertente; divertente per noi sicuramente, spero anche per i ministri...", promette Renzi.

Domenica chiusura affidata come vuole la tradizione allo stesso Renzi, "per le 13, in tempo per allontanarci gli uni dagli altri prima di... Juventus-Fiorentina", scherza il premier. 

Madrina e conduttrice della kermesse sarà anche quest'anno Maria Elena Boschi; la regia tecnica, novità, sarà affidata a Simona Ercolani moglie di Fabrizio Rondolino, l'ex spin doctor di Bersani.

Permane ancora riserbo sugli ospiti della manifestazione, anche se sembrano confermati due degli abitué, il discusso finanziere Davide Serra e l'ex dirigente di Mtv, ora direttore generale della Rai, Antonio Campo Dall'Orto. Potrebbe farsi vedere la ormai celebre astronauta Samantha Cristoforetti, così come un ricco plateau di sportive, come le tenniste Flavia Pennetta e Roberta Vinci e la nuotatrice Federica Pellegrini. Ma, al momento, nessuna di queste presenze è stata ufficialmente confermata.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca