Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:05 METEO:FIRENZE10°17°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 13 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Stupro o sesso consenziente? Alcol, chat, testimonianza. Cosa dicono i giudici che i nostri figli devono sapere

Attualità venerdì 11 dicembre 2015 ore 17:51

"Alterato per anni il mercato dei farmaci"

Durissima requisitoria del pm che conduce l'accusa nel processo contro i vertici di Menarini: "Uno dei più grandi imbrogli mai commessi in Italia"



FIRENZE — Le accuse mosse dalla procura fiorentina a Lucia e Giovanni Aleotti, figli del patron dell'azienda farmaceutica Alberto morto nel 2014, e a Massimiliana Landini, moglie di Giovanni, sono evasione fiscale, riciclaggio e corruzione.

 Accuse pesanti, i cui indizi sono stati messi in fila dal pm Ettore Squillace Greco nel corso della sua requisitoria, a partire da quanto scoperto dagli investigatori. "Un miliardo e 200 milioni di euro al nero - ha detto il pm -, la contabilità occulta e parallela a Lugano e poi, quando si è scoperti, il pagamento, per impedire il commissariamento, di quasi 400 milioni di euro".

"Questo processo - ha tuonato l'accusa in aula - si occupa del grande affare, il grande imbroglio, un misto di corruzione e di truffa, una delle frodi più grandi che siano state commesse nel nostro Paese, un imbroglio che per anni ha alterato il mercato dei farmaci".

"Tutto comincia negli anni Ottanta - ha ricostruito il pm - quando Aleotti paga Poggiolini e gli altri funzionari che determinavano il prezzo dei farmaci, che così non guardavano nemmeno le carte".

In quegli anni le grandi multinazionali del farmaco facevano a gara, secondo il pm, per fare affari con Aleotti. "Lui - ha spiegato - riusciva a ottenere per i farmaci, su questo mercato, prezzi nettamente più alti rispetto a quelli che sarebbero riusciti a spuntare loro"

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Regione ha predisposto un calendario che prevede, dal 12 al 15 Maggio, l'apertura graduale delle agende. Ma scarseggiano i posti per i sessantenni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Monica Nocciolini

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità