Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 00:05 METEO:FIRENZE16°22°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 23 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius

Attualità martedì 08 novembre 2016 ore 15:00

La Biblioteca Leopoldo apre ai toscani

Inaugurata la struttura con sede a Palazzo Cerretani. Ospita oltre 160mila libri, fra cui i fondi di personaggi come Oriana Fallaci e Mario Luzi



FIRENZE — C'è un luongo in più a Firenze per immergersi nella lettura e nello studio, in ampie e accoglienti sale che ospitano oltre 160mila libri, di cui gran parte donati da importanti famiglie toscane. E' la nuova Biblioteca della Toscana, ospitata al pian terreno di Palazzo Cerretani e inaugurata stamane dal presidente del consiglio regionale Eugenio Giani e dall'assessore alla cultura Monica Barni.

Si tratta di tre biblioteche in una, che ha riunito quella di documentazione giuridico-legislativa di via Ricasoli, quella dell'identità toscana con documenti su cultura, arte e storia, e il patrimonio di 80mila volumi provenienti dalla giunta regionale su materie di politiche regionali.

"La nuova struttura sorge in un punto di grande interesse e circolazione di utenti - ha commentato Eugenio Giani, presidente del consiglio regionale -. Ha 160mila volumi, 200 abbonamenti periodici cartacei, 284 periodici e quotidiani online. Senza contare che nei sotterranei abbiamo scoperto con sorpresa durante il restauro, resti archeologici di età etrusca e romana che possono offrire un vero e proprio tuffo nella storia a chi viene a leggere e studiare in queste ampie e accoglienti sale".

La nuova biblioteca è stata intitolata al granduca Pietro Leopoldo, colui che nel 1786 portò la Toscana ad abolire per prima la pena di morte. L'inaugurazione, a poco più di un anno dall'avvio del progetto, è motivo di grande soddisfazione da parte dell'assessore regionale Monica Barni: "Si tratta di un investimento importante curato dalla giunta regionale - ha detto -, completato in circa un anno grazie alla collaborazione e all'impegno di tanti soggetti".

L'opera è costata in tutto circa un milione e mezzo di euro.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno