Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 16 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, la movida di piazza Euclide: centinaia di ragazzini senza mascherina

Attualità domenica 01 dicembre 2019 ore 15:48

Bufera sulle Sardine mascherate da Burlamacco

In piazza a Firenze c'era anche la maschera del Carnevale di Viareggio e l'episodio è stato stigmatizzato dall'ex presidente della Fondazione



FIRENZE — Durante la manifestazione in piazza della Repubblica organizzata dal popolo della Sardine è apparsa la maschera di Burlamacco che simboleggia il Carnevale di Viareggio, l'episodio non è piaciuto all'ex presidente della Fondazione, oggi consigliere della Lega, Alessandro Santini che ha commentato "Spero che la Fondazione Carnevale prenda i necessari provvedimenti, è un marchio che ho fatto registrare durante la mia Presidenza proprio perché si evitassero usi impropri ed inopportuni".

Santini ha denunciato l'accaduto sui social "Ieri a Firenze Burlamacco è stato utilizzato inopportunamente e senza permesso. Non è solo la bellissima maschera nata nel 1930 dalla matita del nostro Maestro Uberto Bonetti, ma è il simbolo di una città intera, è un marchio di qualità, arte e cultura che porta il nome di Viareggio nel mondo. Ho lottato perché ne venisse fatto un corretto uso in mano alla Fondazione Carnevale, ne abbiamo sempre difeso l’immagine dall’utilizzo privato di chi ne voleva sfruttare il nome e voleva specularci economicamente. Ricordo quanti producevano gadgets abusivamente con la faccia della nostra
maschera, oppure quella volta che bloccammo un container cinese a Genova pieno di cappelli di paglia con la faccia di Burlamacco. Men che mai oggi deve essere usato, sfruttato e violentato politicamente: perché Burlamacco non è di nessuna fazione politica, è di tutti, è di Viareggio. Non è quindi nemmeno delle “sardine” che possono protestare dove, come e quanto vogliono, ma lo devono fare correttamente e democraticamente, e soprattutto senza usare ciò che non è di loro proprietà. Sì, il Carnevale è satira politica, ma la maschera ufficiale non si presta per nessuno. La Fondazione Carnevale vigili e protegga il marchio registrato e non permetta mai a nessun partito o movimento politico o popolare di sfruttare il simbolo che è e resta solo di Viareggio e di tutti i viareggini" ha concluso Santini.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il conducente ha chiesto di indossare la mascherina e lui ha reagito con una testata. L'episodio è accaduto a bordo di un autobus del trasporto locale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità