Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE7°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 06 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Audio - Dentro la macchina di Messina Denaro con la foto scattata da lui: «Sono fermo per sta commemorazione della m...»

Attualità lunedì 14 novembre 2022 ore 18:40

Caro bollette, 63mila piccole e medie imprese a rischio chiusura

Un momento dell'incontro
Un momento dell'incontro

Sono 428.017 e rappresentano il 96% del sistema economico toscano: da loro parte un Sos ai parlamentari toscani. In bilico ci sono 228mila occupati



FIRENZE — Sono 428.017 e rappresentano il 96% del sistema economico toscano: sono le piccole e medie imprese, aziende con meno di 50 addetti che vedono i loro bilanci schiacciati sotto il peso del caro bollette tanto che almeno 63mila risultano a rischio chiusura, per un totale di 228mila occupati che vedono il loro futuro in bilico.

Ebbene: stamani a Firenze 400 imprenditori in arrivo da tutta la Toscana si sono confrontati sull'emergenza con i parlamentari eletti sul territorio regionale. L'occasione è stata l'incontro organizzato dalle associazioni di categoria regionali Cna, Confartigianato Imprese, Confcommercio e Confesercenti presso l'auditorium Al Duomo.

“Le piccole imprese rappresentano il 96% del sistema economico toscano. Lasciarle morire sotto la scure dei rincari di energia e materie prime combinati ad inflazione, crisi dei consumi e perdita di competitività - hanno evidenziato gli imprenditori - significa privare la Toscana della sua prima fonte di reddito e condannarla ad una crisi economica e sociale senza precedenti”.

Quattro i provvedimenti principali e più urgenti che le associazioni toscane della piccola e media impresa sollecitano anche a livello nazionale: stop ai rincari e alle speculazioni su energia e materie prime, via libera a sostegni e incentivi che aiutino le imprese a riprendere gli investimenti nell’innovazione, sburocratizzazione e semplificazione della macchina amministrativa, risoluzione del problema legato alla carenza di manodopera qualificata.

I presidenti delle associazioni - Luca Tonini per Cna Toscana, Luca Giusti per Confartigianato Imprese Toscana, Aldo Cursano per Confcommercio Toscana) e Nico Gronchi per Confesercenti Toscana - hanno espresso anche la forte aspettativa rispetto ai fondi strutturali e al Pnrr, chiedendo alla Regione Toscana particolare attenzione agli investimenti che possano favorire l’attività delle imprese, recuperando quel gap competitivo che ora le penalizza nei confronti delle imprese estere.

In tema di crisi energetica, le piccole e medie imprese toscane si dicono pronte a fare la propria parte, investendo sulle rinnovabili, sull’efficientamento dei processi produttivi e degli edifici, ma chiedono anche alla Regione regole chiare e semplici, una pianificazione urbanistica non asfissiante, supporto e sostegno a livello finanziario. Strategica sarà anche la spinta regionale alla diversificazione dell’approvvigionamento energetico.

I numeri

In Toscana sono iscritte agli elenchi camerali 446.289 imprese (sedi e unità locali comprese), per un totale di oltre un milione e 200mila dipendenti (1.269.940). Di queste imprese, il 96% (428.017) ha meno di 50 addetti. Le imprese a rischio chiusura sono almeno 63mila, per un totale di 228mila occupati

Hanno detto

“Ad unire oggi le nostre associazioni di categoria sono il senso di responsabilità e l’impegno comune a sostegno delle imprese, dei lavoratori e del territorio”, affermano in una nota a una voce sola Cna Toscana, Confartigianato Imprese Toscana, Confcommercio Toscana e Confesercenti Toscana. 

“Siamo veri presidi di democrazia perché facciamo arrivare all’opinione pubblica, alle istituzioni e in tutti i luoghi decisionali le istanze della nostra base associativa, di quelle migliaia di piccole imprese che altrimenti non avrebbero voce, pur avendo grande peso nella costruzione del benessere sociale ed economico del nostro Paese”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il violento impatto ha coinvolto un'auto e un furgoncino. Due tra i feriti sono in condizioni più serie. Altri incidenti a Sinalunga e a Lucca
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca