Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:49 METEO:FIRENZE16°20°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 02 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
L'ultimo messaggio del rapper russo Walkie prima del suicidio: «Non sono pronto a uccidere»

Attualità sabato 28 maggio 2022 ore 17:36

Col covid ma senza sintomi, bolle speciali in ospedale

Un reparto Covid
Un reparto Covid

La Regione Toscana ha emanato nuove linee di indirizzo per la degenza dei positivi al Covid che devono ricoverarsi per altre patologie o interventi



FIRENZE — I pazienti positivi al Covid senza sintomi o con sintomi lievi che necessitano di andare in ospedale per patologie diverse dal Covid o per interventi chirurgici, in Toscana potranno  essere ricoverati in apposite "bolle Covid" ricavate all’interno dei reparti non Covid in cui viene curata la loro patologia prevalente. Lo ha deciso la Regione Toscana emanando appositi indirizzi per le Aziende sanitarie. Il vantaggio di questa nuova organizzazione, secondo la Regione, è duplice: garantire i massimi livelli di assistenza sotto il profilo del rischio infettivo e, al tempo stesso, dal punto di vista clinico-assistenziale nella cura della patologia che ha generato il ricorso alle cure ospedaliere.

“L’obiettivo è coniugare massima qualità delle cure e sicurezza, garantendo la miglior presa in carico possibile del paziente e la piena ripresa delle attività non Covid - spiega l’assessore Bezzini - Le nuove disposizioni nascono dalla necessità di assistere questo tipo di pazienti, ricoverati per altre patologie, che presentano un decorso dell'infezione da Covid benigno e con minore contagiosità”.

Dall’analisi dei dati di accesso ai pronto soccorso, questo tipo di situazione si determina soprattutto quando il paziente arriva in ospedale in condizioni di urgenza-emergenza a causa di patologie come infarto acuto del miocardio, ictus, traumi e fratture, oppure in condizioni di urgenza medica, come ad esempio insufficienza renale acuta, sepsi, infezione delle vie urinarie, scompenso cardiaco, oppure chirurgica come addome acuto, pancreatite, colecistite, appendicite.

Da qui la necessità di individuare questi pazienti in modo adeguato per una corretta gestione della patologia di base nel reparto specialistico di competenza, tenendo sotto controllo, con un costante monitoraggio, un eventuale rischio infettivo da Covid attraverso l’utilizzo di dispositivi di protezione individuali, appositi farmaci antivirali e spazi dedicati.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo di 78 anni disperso nei boschi dell'Amiata è stato ritrovato senza vita dai volontari che avevano attivato un piano di ricerche a tappeto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità