Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:02 METEO:FIRENZE25°38°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 19 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Hulk Hogan si strappa la maglia alla convention di Trump
Hulk Hogan si strappa la maglia alla convention di Trump

Attualità lunedì 06 febbraio 2023 ore 18:10

L'export dell'olio toscano vola e sfida i pirati sul web

olio d'oliva

Il succo d'oliva Igp della Toscana spopola sui mercati esteri, così è boom di inserzioni fraudolente sulle piattaforme di commercio online



FIRENZE — L'export toscano Igp vola con un +25,1% di esportazioni e con la sua autenticità sfida i pirati del web. Sì perché il successo del pregiato succo d'oliva che dalla Toscana spopola sui mercati esteri ha come rovescio della medaglia il boom di inserzioni fraudolente sulle piattaforme di commercio online. Ben 137 i casi di riferimenti illeciti individuati in due anni. I dati sono stati diffusi a Firenze da Coldiretti Toscana nell'ambito di Tast, il salone del gusto organizzato da Pitti Immagine sul fenomeno dell’italian souding.

Con 41 milioni di euro di prodotto esportato all’estero (+8 milioni di euro) secondo l’ultimo rapporto Qualivita-Ismea 2022, l’olio Toscano Igp è leader italiano fra gli oli di qualità, nonché il più famoso e apprezzato. Anche per questo è uno dei prodotti dell’agroalimentare Made in Italy oggetto di tentativi di contraffazione e inserzioni fraudolente fra i più numerosi. 

I consumatori esteri più numerosi fra tutti sono negli Stati Uniti: è lì che finisce oltre il 40% dell'olio esportato ed è ancora lì che per tutelare i consumatori a stelle e strisce e i produttori si è innalzato il livello di protezione registrando il processo di certificazione.

La realtà olivicola consortile si sviluppa di pari passo al successo del prodotto: con 8 mila operatori, tra produttori e trasformatori, su 23.160 totali a livello nazionale e 7 milioni di piante iscritte il Consorzio di Tutela del Toscano Igp è la realtà più importante: "La tutela non si limita più e soltanto a quella del marchio di impresa, che già avevamo ottenuto, ma anche come il nostro olio viene prodotto nel rispetto del disciplinare", spiega il presidente del Consorzio Fabrizio Filippi relativamente al processo di certificazione.

"Questo - prosegue - ci consentirà di avere maggiore capacità di difesa nei confronti di chiunque utilizzerà falsamente ed impropriamente il brand Toscano Igp sia dal punto di vista figurativo che evocativo. L’italian sounding è un grande danno per le imprese ma che paradossalmente certifica la grande voglia di Toscana nel mondo”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno