Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE21°32°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 19 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, il ponte della vergogna: flop della logistica americana
Gaza, il ponte della vergogna: flop della logistica americana

Cronaca giovedì 07 marzo 2024 ore 19:10

Finto sms dalla banca e gli portano via 50mila euro

polizia

Il messaggio avvisava su un accesso non autorizzato all'area personale dell'istituto. Era tutto falso. Occhio ai link, guai a cliccare



FIRENZE — Un finto sms con avviso (falso) di accesso non autorizzato all'area personale della banca, un link a cui il messaggio invita a verificare e via: gli hanno soffiato quasi 50mila euro.

E' successo a Firenze e a dar notizia della truffa in circolazione mettendo in guardia i cittadini è la polizia di Stato che teme che quello non sia stato e non sia il solo caso.

Secondo quanto ricostruito, tutto partirebbe con un messaggio sms ricevuto dalla papabile vittima sul proprio cellulare con cui i truffatori, spacciandosi l'istituto di credito della persona messa nel mirino, avvisano: “Banca X ha riscontrato accessi non autorizzati alla tua area. Se non sei stato tu verifica al seguente link http://... Saluti".

Se l'utente clicca, sulle prime apparentemente non riesce ad andare avanti nella procedura. La preoccupazione monta, e poco dopo ecco un nuovo messaggio o una telefonata da un sedicente operatore di banca o da un fantomatico esponente delle forze dell'ordine che informerebbe di aver rilevato personalmente strani movimenti di conto corrente.

L’interlocutore tiene sempre occupata la vittima al telefono, guidandola passo dopo passo per impedirle di fatto verifiche. Poi l'invito ad accedere alla propria App dell’Home Banking, frattanto compromessa dal link di cui sopra che avrebbe attivato una schermata artefatta che apparirebbe sullo smartphone dell’utente, inducendolo così a credere che i movimenti di conto fraudolenti, anticipati dal malintenzionato, siano reali.

Comincia ora la cosiddetta fase della rassicurazione, con tanto di soluzione finale per impedire ulteriori perdite di denaro: fare immediatamente un bonifico istantaneo (e quindi non revocabile) di gran parte dei propri risparmi su un conto corrente provvisorio della falsa banca, con naturalmente l’intesa che tutto l’importo verrà restituito rapidamente dopo gli accertamenti del caso.

E addio risparmi.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno