Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:12 METEO:FIRENZE21°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 19 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni comunali, il Pd ha vinto ma la battaglia per le Politiche sarà diversa

Attualità giovedì 24 giugno 2021 ore 19:15

In Toscana sono 15.795 i sanitari non vaccinati

Partono le diffide per gli operatori sanitari non ancora vaccinati contro il Covid. Tra Arezzo, Siena e Grosseto sono 5mila ma 1.266 sono prenotati



FIRENZE — In Toscana sono 15.795 gli operatori sanitari, medici, infermieri, Oss che non sono ancora vaccinati contro il Covid-19 e adesso si procede alla conta di chi manca all'appello. Va ricordato che la vaccinazione degli operatori sanitari è un obbligo stabilito dal decreto legge n. 44, convertito in legge dal Parlamento a fine Maggio. 

Cosa accade adesso? Partono le prime lettere di diffida, poi il demansionamento e in caso estremo la sospensione dal servizio fino al 31 Dicembre. Questo è quello che potrebbe accadere agli oltre 15mila sanitari toscani (l’11% del totale) che ancora non si sono vaccinati, secondo l’ultima rilevazione del governo, quella dello scorso venerdì. In totale i sanitari in Toscana sono 138.146 di questi 122.351 sono immunizzati.

Di questi sono 4.891 i sanitari operanti delle province di Arezzo, Siena e Grosseto, che sono stati segnalati dalla Regione Toscana perché tuttora non vaccinati, 1.266 si sono però già prenotati per farlo. Il dato è stato reso noto dalla Asl Toscana Sud est che specifica che riguardo ai propri dipendenti sono in totale 494, tra operatori sanitari e professionisti, i non vaccinati pur avendone l'obbligo. Di questi 88 sono già in lista per la vaccinazione. In particolare poi tra questi 494 non vaccinati 182 sono della provincia di Arezzo, 222 in quella di Grosseto e 90 in quella di Siena.

Per quanto riguarda invece la Asl Toscana Centro sarebbero all'incirca 9.000 tra Firenze, Pistoia, Prato ed Empoli ma sarebbero almeno 2.000 quello che hanno prenotato l’appuntamento per la somministrazione della prima dose.

Nella ASL Nord Ovest i sanitari non vaccinati sono circa 900 i dipendenti dell'azienda sanitaria, e altri 1.100 tra liberi professionisti e non dipendenti. 

Adesso i non vaccinati che riceveranno la lettera di diffida avranno a disposizione cinque giorni di tempo per spiegare le loro motivazioni. Nel caso in cui non siano fornite giustificazioni ritenute accettabili, l’Asl invierà un ulteriore comunicazione all’Ordine professionale della Toscana e ai datori di lavoro.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La vettura, nell'impatto col suolo, si è ribaltata, riportando danni ingentissimi. Il dirupo è situato nei pressi della linea ferroviaria
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca