Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:55 METEO:FIRENZE21°36°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 16 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Metsola ricorda Sassoli e l'Aula applaude: «Ho promesso di rendere onore alla sua eredità»
Metsola ricorda Sassoli e l'Aula applaude: «Ho promesso di rendere onore alla sua eredità»

Monitor Consiglio mercoledì 27 marzo 2024 ore 19:30 Spazio a cura dei gruppi politici del Consiglio regionale della Toscana

Acqua, approvati tre ordini del giorno M5S

Irene Galletti
Irene Galetti

"Sono collegati al documento preliminare della Giunta e rappresentano un passo significativo verso una gestione più responsabile della risorsa idrica"



FIRENZE — “Riguardo alla risorsa idrica - sottolinea Irene Galletti, Presidente del Gruppo Movimento 5 Stelle Toscana - è necessario un completo cambio di paradigma, come suggerito da vari enti e istituti che si occupano di modelli pluviometrici e di tutti gli aspetti relativi all’acqua e alla sua corretta gestione nel suo insieme". 

"È importante ricordare che le perdite occulte derivanti dal pessimo stato delle condotte idriche dei nostri acquedotti sono ancora considerevoli e causano la dispersione di oltre il 50% dell'acqua trasportata. Inoltre, la qualità delle acque toscane nel complesso non è migliorata negli ultimi anni e sono emersi nuovi fattori che minacciano l'integrità della risorsa - prosegue Galletti - Mi riferisco, ad esempio, alla questione dei PFAS, sostanze che hanno causato gravi danni all'ambiente e alla salute nel Veneto e che oggi rappresentano un problema significativo anche per la Toscana". 

"Serve anche una seria riflessione sul tema della ripubblicizzazione dell'acqua - ammonisce Galletti - Secondo l'Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, i toscani, soprattutto i fiorentini, pagano le tariffe più elevate in Italia. Inoltre, c'è il problema del cuneo salino che minaccia il settore agricolo e l'integrità delle falde acquifere sotterranee, specialmente nel sud della Toscana".

“Come forza politica - sottolinea Galletti - abbiamo contribuito in modo concreto al dibattito, presentando tre Ordini del Giorno, successivamente approvati dall'Aula: il nr.752 riguardante la 'tutela e valorizzazione delle sorgenti minerali e termali', votato all'unanimità; il nr.751 concernente la 'rinaturalizzazione e il detombamento dei corsi d'acqua', e il nr. 754 sul 'monitoraggio e la definizione di limiti più rigorosi per le sostanze PFAS'. Questi interventi rappresentano un passo significativo verso una gestione più responsabile delle risorse idriche toscane. Tuttavia, è fondamentale che nella stesura del piano finale vengano considerate tutte le sfide e le opportunità per garantire una gestione sostenibile e duratura delle acque regionali, nell'interesse di tutti i cittadini toscani e delle generazioni future".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno