Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 29 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, tensioni al corteo anarchico per Alfredo Cospito: ferito un poliziotto

Attualità venerdì 16 giugno 2017 ore 15:00

L'industria 4.0 scrive il futuro della Toscana

Cinque bandi regionali da 51 milioni di euro e una piattaforma per mettere in connessione le imprese con docenti e ricercatori universitari



FIRENZE — La Toscana punta tutto sull'innovazione tecnologica delle micro, piccole e medie imprese che costituiscono il tessuto vitale dell'industria regionale. I nuovi strumenti messi in campo dalla Regione sono stati presentati dall'assessore alle attività produttive Stefano Ciuoffo. 

Da luglio scatteranno anzitutto cinque nuovi bandi da 51 milioni di euro finanziati con fondi comunitari destinati alle imprese. Tre dei cinque bandi, per 18 milioni e mezzo, agevoleranno i progetti di ricerca e sviluppo mentre gli altri due, per 32 milioni e 800mila euro, serviranno a incrementare gli investimenti in macchinari e processi di riorganizzazione. In tutti i casi i progetti che saranno finanziati, spiega la Regione, sono quelli legati alle priorità tecnologiche come Ict, fotonica, fabbrica intelligente, chimica e nanotecnologie, indicate dalla strategia di specializzazione intelligente per la Toscana. Tutti i bandi sono in attuazione del Por Fesr 2014-2020.

"La Regione sta costruendo un ecosistema con cui vogliamo essere di supporto alle imprese toscane - ha detto l'assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo - abbiamo da vincere una scommessa, quella dell'industria 4.0, un mondo nuovo al quale dobbiamo assolutamente agganciarci portando alle imprese le rilevanti risorse che il mondo scientifico toscano possiede".

Anche a questo serve, tra i vari strumenti approntati dalla Regione Toscana, la Piattaforma Industria 4.0: a mettere in connessione le imprese con gli organismi di ricerca e universitari ma anche con l'Irpet e le direzioni regionali e avere così supporto in materia di innovazione tecnologica dei processi produttivi. Anche perché da una mappatura delle competenze universitarie in Toscana emerge che sono oltre mille i docenti e i ricercatori altamente specializzati in Industria 4.0. La Piattaforma comprende, nello specifico, il Distretto regionale Industria 4.0, un Advisory Board presieduto da Irpet e costruito sul tema da esperti universitari e il Regional Competence Center, una rete composta da 15 Università e centri di ricerca che operano in partnerariato. 

Al sistema di competenze previsto dalla piattaforma Industria 4.0 si affiancherà anche un network di 250 laboratori pubblici e privati per il trasferimento tecnologico, 100 dei quali già pronti a offrire servizi specifici in materia di economia digitale e fabbrica intelligente.  


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno