Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:50 METEO:FIRENZE18°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 27 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Valanga all'Alpe Devero: neve, terra e massi devastano il laghetto delle Streghe

Attualità domenica 06 dicembre 2020 ore 10:25

Maltempo, fiumi e torrenti osservati speciali

Il Serchio a Borgo a Mozzano (foto Fb assessore Stefano Baccelli)
Il Serchio a Borgo a Mozzano (foto Fb assessore Stefano Baccelli)

Piogge e temporali continuano anche oggi, in Lucchesia preoccupazione per il Serchio, da monitorare anche i livelli del fiume Arno



FIRENZE — Nella prima domenica di dicembre è allerta meteo con piogge e temporali che sono andati avanti per tutta la notte.

In provincia di Lucca la statale Brennero è stata chiusa nella notte per precauzione, ora è riaperta. I cittadini di Borgo a Mozzano sono stati invitati alla cautela e a stare almeno al primo piano dei loro stabili per l'ondata di piena del fiume Serchio. Nella notte appena trascorsa in Garfagnana e Media Valle gli idrometri hanno segnato un picco di 900 metri cubi al secondo.

Sul posto per sopralluoghi in più punti anche l'assessore regionale Stefano Baccelli e il sindaco di Borgo a Mozzano Patrizio Andreuccetti, rimasto tra la diga e il Ponte del Diavolo a vigilare sul suo segmento di fiume. Proprio a Borgo a Mozzano si è registrato il picco di 930 metri cubi d'acqua al secondo, smaltito anche se poi il livello delle acque è rimasto alto ma costante prima di andare in progressiva diminuzione. In calo nella seconda parte della nottata anche i livelli degli affluenti, ad eccezione del torrente Lima che continuava a destare qualche preoccupazione.

La piena del Serchio è transitata a Vecchiano, in provincia di Pisa, tra mezzanotte e le tre del mattino con 1000 metri cubi di portata. L'altezza massima si è raggiunta a circa otto metri e mezzo presso il ponte di Pontasserchio. Adesso la situazione è sotto controllo, hanno fatto sapere dal Comune di Vecchiano.

Per quanto riguarda il fiume Arno i livelli a Pisa sono in crescita, ma ancora al di sotto del primo livello di guardia, attualmente siamo a circa 2,90 metri, mentre il primo livello è fissato a 3,5, il secondo a 4,5 metri. Risalendo a monte l'Arno a Pontedera il livello massimo di 3,92 metri è stato raggiunto verso le 4 di notte, alle 9 il livello era sceso a 3,80 metri. Anche a Empoli i livelli sono in decrescita, mentre il fiume ha ricominciato a crescere a monte, agli Uffizi i livelli sono saliti dalle 8 e ora sono di pochi centimetri inferiori al primo livello di guardia, fissato a tre metri. La situazione rimane da monitorare.

Nella provincia di Livorno al momento non si segnalano grosse criticità, con l'allerta passata da arancione a gialla. Dal Comune hanno comunque raccomandato di limitare al massimo gli spostamenti.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità