Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:53 METEO:FIRENZE16°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 01 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, rissa scoppiata alla Darsena tra lanci di bottiglie e scazzottate

Attualità lunedì 08 luglio 2019 ore 15:55

Medici, 132 posti in più per le specializzazioni

Dalla Regione 16 milioni per i nuovi contratti nelle tre Università toscane. Rossi contro il governo: "Discuta più di formazione e meno di barchini"



FIRENZE — Con 16 milioni di euro la Regione Toscana ha deciso di finanziare 132 contratti aggiuntivi nelle scuole di specializzazione di medicina e chirurgia nelle tre Università di Firenze, Siena e Pisa. I 132 posti in più, annunciati nella sede della presidenza regionale a Firenze, si aggiungono a quelli attribuiti a ciascuna scuola dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, passati quest'anno da 486 a 672. Ora però ha detto Rossi, più che la revisione del numero chiuso per accedere a medicina, serve una programmazione nazionale di lungo respiro sugli sbocchi dopo la laurea.

"Siamo di fronte a un vero e proprio delitto politico commesso dal Governo che non ha programmato e non programma la formazione dei giovani medici laureati - ha detto Rossi che ha presentato la misura deliberata dalla giunta regionale insieme alla vicepresidente Monica Barni e all'assessore alla salute Stefania Saccardi -  Che una volta soltanto si parli di un barchino di migranti in meno e si dedichi l'attenzione a risolvere il problema degli 11mila camici grigi che ci sono nel nostro Paese, medici che chiedono di essere formati e che ricevono in cambio la porta chiusa in faccia".

L'obiettivo di lungo termine della Toscana è di finanziare posti per le specializzazioni mediche in cui si prevedono carenze o necessità di rinforzi nei prossimi anni: anestesia e rianimazione, medicina e chirurgia d'urgenza, pediatria, radiodiagnostica, ostetricia e ginecologia, medicina interna e chirurgia generale. E punta a far rimanere i nuovi medici in Toscana.

La Toscana è la regione che ha approvato il maggior numero di contratti di specializzazione, più di Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna e punta a creare una rete sempre più stretta tra sistema sanitario e Università.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS