Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 05 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Audio - Dentro la macchina di Messina Denaro con la foto scattata da lui: «Sono fermo per sta commemorazione della m...»

Attualità martedì 25 ottobre 2016 ore 17:29

Sciopero totale contro la privatizzazione di Poste

Servizio di Dario Pagli

I dipendenti che lavorano allo sportello scenderanno in piazza il 4 novembre a Firenze. I sindacati: "A rischio i posti di lavoro e i servizi offerti"



FIRENZE — Muro dei lavoratori contro la privatizzazione e contro l'ulteriore quotazione in Borsa dell'azienda. Scenderanno in piazza anche nel capoluogo Toscano il 4 novembre, cioè nel giorno scelto dai sindacati Slc-Cgil, Slp-Cisl, Failp, Sailp e Ugl per l'astensione dal lavoro indetta a livello nazionale. 

Gli effetti della privatizzazione sono stati discussi dagli stessi lavoratori nell'assemblea che si è svolta nella sede del dopolavoro ferroviario di Firenze. 

“In provincia di Firenze – ha detto Marco Nocentini, segretario territoriale Cisl Poste - il personale applicato alla sportelleria e al recapito è insufficiente a garantire i servizi ai cittadini e questo determina una situazione non più sostenibile. Agli sportelli i clienti scaricano tutta la loro rabbia nei confronti degli sportellisti. Al recapito la carenza di personale, non permette a Poste Italiane di garantire gli standard di qualità concordati con le istituzioni. Vogliamo investimenti concreti sul CMP di Sesto Fiorentino.”

Proprio per il Centro di meccanizzazione postale i sindacati ora chiedono nuovi investimenti che permettano di realizzare un polo logistico toscano e nazionale. 

Poi c'è il problema degli organici: "Poste Italiane - ha detto Nocentini - ha deciso di mandare tantissime persone in pensione con prepensionamenti e non ha previsto il turn over e di conseguenza questo avrà effetti negativi sulle aperture degli uffici postali soprattutto in Provincia". 

"Siamo poi fortemente contrari alla consegna a giorni alterni - ha poi aggiunto il coordinatore regionale Slc Cgil Toscana Graziano Benedetti - siamo titolati a dire che le cose devono cambiare". 

La manifestazione fiorentina si annuncia già molto partecipata, con l'arrivo di lavoratori di Poste anche dall'Umbria.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo di 47 anni è deceduto in seguito all'investimento di un cinghiale sulle strade del Mugello, inutili i soccorsi da parte del personale del 118
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca