Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:05 METEO:FIRENZE17°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 21 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità domenica 07 marzo 2021 ore 18:40

Rischio zone rosse, sindaci varano divieti anti-assembramento

A Prato e Poggio a Caiano ordinanze vietano lo stazionamento, a Montespertoli stop al consumo di cibi e bevande su area pubblica. Chiusi i giardini



FIRENZE — Anche se la Toscana è in zona arancione sono molti i Comuni che superano o sono al limite dei 250 casi di Covid ogni centomila abitanti e che rischiano nei prossimi giorni di entrare in zone rosse predisposte su decisione del presidente della Regione Eugenio Giani, come previsto dal nuovo Dpcm del premier Draghi che è entrato in vigore ieri, 6 Marzo. 

Oltre alle zone rosse di Cecina, provincia di Pistoia e Castellina Marettima, sono molti i Comuni che rischiano il cartellino rosso la prossima settimana.

Per provare a salvare le scuole dalle chiusure e arginare i casi di coronavirus nelle ultime ore alcuni primi cittadini delle zone "attenzionate" come quelle del Pratese e dell'Empolese stanno emanando ordinanze per evitare l'aggravarsi della situazione epidemiologica.

A Prato, dove non è stata ancora superata la soglia dei 250 positivi ogni 100mila abitanti, il sindaco Matteo Biffoni ha firmato un'ordinanza che vieta di stazionamento, a piedi o su veicoli non chiusi, in 16 strade del centro città dal venerdì alla domenica, dalle 16 alle 20. Il provvedimento parte da oggi e sarà in vigore fino al 27 Marzo: 400 euro la multa per chi lo viola.

Biffoni ha poi firmato anche un'ordinanza che prevede la chiusura di alcuni spazi gioco cittadini particolarmente frequentati: parco Giocagiò, playground di via Vulcano e di via Colombo.

Ordinanza anti stazionamento anche a Poggio a Caiano, comune del Pratese: 18 i punti della cittadina interessati fino al 28 Marzo ogni venerdì, sabato e domenica. All'ordinanza firmata dal sindaco Francesco Puggelli si somma il divieto di stazionare di fronte agli esercizi che si occupano di asporto di alimenti e bevande.

 Intanto in provincia di Prato anche il sindaco di Carmignano Edoardo Prestanti ha firmato un'ordinanza che dispone fino al 6 aprile la chiusura di tutti i parchi e giardini pubblici e vieta lo stazionamento all'aperto in alcune vie e piazze del territorio comunale.

Nell'Empolese a Montespertoli il sindaco Mugnaini ha firmato l'ordinanza che vieta il consumo di cibi e bevande su aree pubbliche e aperte al pubblico di tutto il territorio comunale. L'ordinanza sarà in vigore dall'8 Marzo al 6 Aprile 2021 e la sanzione amministrativa prevista va da un minimo di 400 euro ad un massimo di 1000 euro.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'artigiano era sottoposto a isolamento domiciliare. Era rimasto contagiato dal Covid durante una cena con alcune persone, organizzata a casa sua
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità