Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE18°31°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 20 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Inginocchiati o ti sparo»: il video de Il Foglio della lite al ristorante di Albino Ruberti, capo gabinetto di Gualtieri

Attualità mercoledì 29 giugno 2022 ore 18:50

Siccità e caldo, l'allarme non è finito

piante secche

I nubifragi che hanno colpito il nord della Toscana non sono serviti a mitigare la crisi idrica. Limitazioni all'uso dell'acqua in sempre più Comuni



FIRENZE — Il refrigerio è stato solo temporaneo: il caldo asciutto proseguirà ancora e il nubifragio con tanto di tromba d'aria che si è abbattuto ieri nella provincia di Massa-Carrara - dalla costa alla Lunigiana - e in aree della Versilia e più in generale del nord della Toscana certo non è bastato a mitigare la sete che ormai da settimane affligge corsi d'acqua, vegetazione, campi coltivati in cui i raccolti di grano risultano compromessi per il 30% e quelli di frutta del 15% secondo le stime degli agricoltori.

La situazione è critica e il proliferare degli incendi su tutto il territorio regionale non fa che confermarlo. Ci vorrà tempo per ripristinare una situazione di normalità rispetto alla crisi idrica in atto. 

Intanto i Comuni continuano a produrre ordinanze per limitare i consumi di acqua e tutelare i cittadini dal caldo torrido. Tutti, animali compresi. Lo fa Pisa, dove il sindaco ha disposto lo stop alla circolazione delle carrozze trainate da cavalli nelle ore più calde, dalle 11,30 alle 16,30 fino al 15 Settembre.

E mentre Firenze si appresta ad affrontare tre giornate da bollino rosso per le alte temperature, tornando al risparmio d'acqua negli ultimi giorni alla già nutrita compagine di Comuni in cui vigono divieti di usare l'acqua al di là delle finalità domestiche ed igieniche si sono aggiunti tra gli altri Arezzo, Figline Incisa, Coreglia Antelminelli, Pescia, Massa Marittima.

Avevano già assunto il provvedimento Reggello, Calenzano, Terranuova Bracciolini, Colle Val d'Elsa, Civitella in Valdichiana, Rosignano Marittimo e sin dalle prime ore di crisi i Comuni del Chianti e della Valdelsa insieme a SuveretoPietrasantaEmpoli, Pistoia, Livorno, Campi Bisenzio, Scandicci (dove il sindaco ha tra l'altro spento le fontane), San Giovanni Valdarno e Campiglia Marittima, Poggibonsi e Sovicille nonché Fauglia, Borgo a Mozzano e Massarosa. Anche il Comune di Pisa ha annunciato il provvedimento ma a partire dal giorno 11 Luglio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Vento fortissimo, sì, ma differente dalla tromba d'aria per il moto delle correnti e per gli effetti avversi che produce sul territorio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità