Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:39 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 30 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
I consigli estetici di De Luca a Bonaccini: «Lo voto, ma spunti quella barba e si tolga gli occhiali a goccia»

Monitor Consiglio giovedì 10 novembre 2022 ore 16:29 Spazio a cura dei gruppi politici del Consiglio regionale della Toscana

Sin/Sir, dalla Regione 12 milioni per la bonifica della falda

Giacomo Bugliani
Giacomo Bugliani

"La Regione coprirà l’intero costo dell’opera. Si tratta di un intervento di risanamento fondamentale"



FIRENZE — Il consigliere regionale Pd e presidente della Commissione affari istituzionali, Giacomo Bugliani, annuncia rifinanziamento da parte della Regione - all’interno degli Interventi normativi collegati alla terza variazione al bilancio di previsione 2022- 2024 - della bonifica del sito SIN/SIR di Massa: 3,6 milioni per il 2023 e 8,4 milioni per il 2024.

"La Regione Toscana stanzia 12 milioni di euro per effettuare l’opera di bonifica della falda che interessa sia le aree SIN, sia le nuove aree SIR dei comuni di Massa e Carrara - sottolinea Bugliani - È quanto programmato negli Interventi normativi collegati alla terza variazione al bilancio di previsione 2022- 2024, illustrati questa mattina nel corso della seduta della Commissione affari istituzionali che presiedo, e che presto saranno approvati dalla stessa Commissione e dal Consiglio regionale. La Regione coprirà l’intero costo dell’opera, assicurando la realizzazione della bonifica: 3,6 milioni per il 2023 e 8,4 milioni per il 2024. Si tratta di un intervento di risanamento fondamentale per cui ringrazio il presidente della Regione, Eugenio Giani, e l’assessora all’Ambiente, Monia Monni, per aver tenuto fede ad un impegno assunto con il territorio". 

"L’auspicio è che il Governo possa presto restituire alla Regione queste risorse che vengono stanziate per il bene del territorio: per la salute pubblica dei cittadini, per la messa in sicurezza della falda, per la possibilità di riconsegnare alle città due aree con una naturale vocazione turistica e produttiva che possono rappresentare un motore di sviluppo di cui abbiamo assolutamente bisogno - sottolinea Bugliani - Ricordo che la Regione ha ritenuto opportuno intervenire a causa del mancato raggiungimento dell’obbligazione giuridicamente vincolante entro il 31/12/2022 emesso della Cabina di Regia dell’Accordo di programma svolta il 12 e 14 settembre scorso. L’esito negativo aveva, infatti, comportato il definanziamento dell’intervento e, di conseguenza, l’incertezza dei tempi di rifinanziamento dell’Accordo di programma da parte del Ministero della Transizione Ecologica, sollevando una forte preoccupazione nel tessuto socio produttivo del nostro territorio. L’intero finanziamento dell’Accordo di programma consentirà di procedere velocemente alla stipula di una convenzione con Sogesid (società in house del MITE e soggetto attuatore dell’intervento) e, quindi, all’indizione, da parte della società, della gara di appalto integrato per l’esecuzione dei lavori".

"L’intervento decisivo da parte della Regione rappresenta una svolta attesa e importantissima per questo territorio che ha scontato, e continua a scontare, molto più di altri gli effetti, in termini di produttività e non solo, della crisi economica post pandemia e di quella dovuta all’aumento dei costi energetici: un’operazione di risanamento che tiene insieme sostenibilità, sviluppo e diritto dei cittadini di vivere in un territorio salubre e sicuro" conclude il consigliere regionale del Pd.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno