Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:43 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 01 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Letta «Queen maker» scopre le carte: ecco chi è il primo identikit del Pd per la corsa al Colle

Attualità lunedì 01 giugno 2020 ore 10:35

Stangata Covid sulle vacanze, il bonus non basta

Secondo il Codacons una vacanza di 10 giorni arriverà a costare complessivamente tra il 18% e il 20% in più rispetto allo scorso anno



FIRENZE — La tanto agognata vacanza dopo mesi di isolamento domiciliare dovuto all'emergenza coronavirus rischia di diventare un incubo per il rincaro dei prezzi. 

E' il Codacons, l’associazione di tutela dei consumatori, a lanciare l'allarme vacanza salata 2020 dovuta a il Covid-19. Il numero degli italiani che andranno in vacanza tra Luglio e Agosto sarà inevitabilmente dimezzato, da un lato perché il generale impoverimento di milioni di famiglie che durante il lockdown hanno subito una diminuzione del redditto, dall'altro andranno ad incidere le limitazioni per le presenze nei ristoranti e il distanziamento tra gli ombrelloni. Tutto questo, come ribadisce Codacons, comporterà anche un aumento di prezzi e tariffe, una vacanza di 10 giorni arriverebbe a costare complessivamente tra il 18% e il 20% in più rispetto allo scorso anno.

Una situazione che comporterà un incremento dei listini di alberghi, case vacanza, aerei, traghetti, ristoranti, al punto che una vacanza di 10 giorni, secondo il Codacons, arriverà a costare complessivamente fino al +20% in più rispetto allo scorso anno, passando da una spesa procapite media di 736 euro del 2019 agli 883 euro del 2020.

E in tutto questo il bonus vacanza varato dal Governo non sarà in grado di salvare la stagione estiva ma nemmeno il portafogli degli italiani, considerato che potrà essere richiesto solo in base al reddito, al numero dei componenti del nucleo familiare, ed esclude le prenotazioni online.

"Ma l’emergenza coronavirus impatterà anche su prezzi e tariffe di tutto il comparto turistico – denuncia il Codacons – Il distanziamento sociale presso, spiagge, strutture ricettive e locali pubblici comporterà una forte riduzione del numero di clienti giornaliero, mentre l’obbligo di sanificazione e le altre misure di sicurezza su mezzi di trasporto come aerei e traghetti e presso gli esercizi aperti al pubblico ridurrà i guadagni per società ed esercenti ed imporrà nuovi costi a loro carico". 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dopo il boato è scoppiato un incendio che ha generato una gigantesca colonna di fumo nero. Grande paura ma nessun ferito
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Cronaca