comscore
Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 21°26° 
Domani 21°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 04 agosto 2020
corriere tv
Conte: «Non possiamo tollerare che si entri in Italia in modo irregolare»

Attualità sabato 23 maggio 2020 ore 19:05

Covid e ferie, rompicapo Europa, chi apre e chi no

Aeroporto controlli

Gran Bretagna e Spagna impongono la quarantena a chi arriva, Francia e Germania verso la riapertura a metà giugno. E l'Austria dice no agli italiani



ROMA — Le vacanze nell'estate della "convivenza" con il Covid-19 sono un rompicapo per chi sogna di andare all'estero e lo è soprattutto per gli italiani. Alle porte dell'estate, infatti, i Paesi europei vanno in ordine sparso e le ipotesi di accordi bilaterali sui corridoi turistici privilegiati si sono fatte più concrete dopo il nulla di fatto della riunione tra i ministri del turismo dell'Unione Europea sulle linee guida comuni. Accordi che potrebbero escludere e, di conseguenza, penalizzare in modo particolare l'Italia che invece, in risposta, ha annunciato la riapertura delle frontiere dal 3 giugno ai cittadini dei Paesi europei per rilanciare il turismo.

Vediamo quali sono, attualmente, le misure adottate da ciascun Paese. 

La Gran Bretagna ha imposto l'obbligo di isolamento domiciliare di 14 per chiunque arriva dall'estero, pena una multa salata di 1.116 euro. Quarantena di 14 giorni anche per chi arriva in Spagna almeno fino al 7 giugno. 

Resta ferrea poi la posizione dell'Austria che ha ribadito il suo no all'ingresso degli italiani fino a quando l'epidemia non sarà sotto controllo. 

Francia e Germania potrebbero riaprire ai turisti in arrivo dall'estero dal prossimo 15 giugno, così come la Grecia che imporrà alle persone in arrivo uno screening sanitario. 

Il Portogallo riaprirà le frontiere ai turisti in arrivo dall'inizio di giugno, senza quarantena ma con screening obbligatorio per chi scende dall'aereo. 

La Croazia riaprirà dal 29 maggio agli arrivi dai Paesi dell'Europa orientale mentre gli italiani, sempre che la curva dei contagi resti sotto controllo, potrebbero essere di nuovo ammessi dal 15 giugno. 

Intanto si guarda anche oltreoceano, con la ripresa dal 2 giugno del collegamento aereo con New York, fermo restando che negli Stati Uniti il Covid continua a volare alto: con 1.501.876 casi e 90.203 morti segnalati nell'ultimo aggiornamento disponibile sul sito del Ministero della Salute.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca