Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:35 METEO:FIRENZE13°27°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 24 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
No-vax contesta Letta e interrompe il comizio a Trieste: «Il vaccino è libertà?»

Attualità domenica 25 luglio 2021 ore 15:28

Stella di David come il Green Pass? Inaccettabile

Ieri in piazza contro il Green Pass
Ieri in piazza contro il Green Pass
Foto di: Sara Funaro / Facebook

Dura presa di posizione da Palazzo Vecchio e sconcerto della comunità ebraica per l'accostamento proposto ieri dai manifestanti anti-green pass



FIRENZE — "Inaccettabile", fonte di "indignazione profonda": così da parte di Palazzo Vecchio e della comunità ebraica si condanna l'accostamento avanzato nelle piazze di ieri contro il Green Pass da parte di alcuni manifestanti tra il passaporto sanitario Covid-19 e la stella di David. Alcuni hanno sfilato con appuntata sul petto la stella gialla a sei punte e, al centro, la scritta "No Pass". Altri imbandieravano cartelli in cui si stabiliva affinità tra la carta verde Covid e le leggi razziali discriminatorie contro gli ebrei.

E proprio da parte della comunità ebraica fiorentina arriva lo sdegno per un accostamento che fa a cozzi con una storia a cui altro non è deputato se non memoria e rispetto. Condanna assoluta da parte dell'assessore comunale al welafare Sara Funaro: "Mai avrei pensato di vedere certe immagini nella nostra città. È successo alla manifestazione a Firenze, anche nella nostra città i no-vax paragonano il Green Pass alle discriminazioni nazifasciste nei confronti degli ebrei", scrive anche attraverso i suoi canali social. 

E aggiunge: "Questo paragone è inaccettabile, offende la memoria dei nostri anziani che le leggi razziali le hanno subite sulla loro pelle e offende chi ancora oggi ogni giorno lotta perché la memoria rimanga viva e venga rispettata". Ancora, in un altro passaggio, Funaro esprime condanna verso "la superficialità e l’ignoranza di queste persone" per poi argomentare: "Durante il nazifascismo si veniva discriminati per essere nati ebrei o rom, per essere omosessuali o per essere disabili, si veniva torturati e uccisi solo per esistere. Ai no-vax il governo chiede di rispettare delle regole per la tutela della salute di tutti". 

Infine: "Imparate ad aver rispetto nei confronti dei cittadini, soprattutto dei più fragili che se contagiati rischiano la propria vita e abbiate rispetto della nostra memoria, certi simboli sono ferite ancora aperte che non accettiamo vengano strumentalizzate", conclude.

Certe immagini parlano da sole, mai avrei pensato di vederle nella nostra città. È successo oggi alla manifestazione a...

Pubblicato da Sara Funaro su Sabato 24 luglio 2021
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuovo, drammatico incidente sul lavoro in Toscana. Le fiamme sono divampate mentre l'uomo era solo. Strada chiusa per domare il rogo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS