Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:56 METEO:FIRENZE15°20°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 22 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Quota 100, Draghi: «Non sarà rinnovata e puntiamo a un graduale ritorno alla normalità»

Sport martedì 02 febbraio 2021 ore 18:45

Torna la Tirreno-Adriatico, ecco le tappe toscane

Una gara che torna sfidando la pandemia: partenza il 10 Marzo da Lido di Camaiore in Toscana e arrivo il 16 a San Benedetto del Tronto



FIRENZE — Il ciclismo cerca la normalità e prova a risollevarsi con la Tirreno-Adriatico, gara ciclistica giunta alla 56/a edizione. La "Corsa dei due mari", scatterà da Lido di Camaiore il 10 Marzo e prevede tre tappe e la corsa di Rcs Sport toccherà cinque regioni dell'Italia centrale: Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo e Marche.

La competizione è giunta alla 56° edizione e, come da tradizione e covid permettendo, darà spettacolo anche sulle strade toscane.

La corsa, inserita dal 2011 nel circuito UCI World Tour, è considerata dai team dei professionisti la preparazione ideale alla Milano Sanremo e, in prospettiva, anche al Giro d’Italia.

Nell’Albo d’Oro figurano di conseguenza nomi prestigiosi: Dino Zandegù, Francesco Moser, Giuseppe Saronni, i toscani Michele Bartoli e Paolo Bettini, l’elvetico Fabian Cancellara, Vincenzo Nibali per ben due volte, Alberto Contador e Primoz Roglic.

Il record di vittorie spetta al belga Roger de Vlaeminck, vincitore della Tirreno Adriatico per ben sei volte, tutte consecutive tra il 1972 ed il 1977.

La travagliata edizione 2020, disputata eccezionalmente nel mese di settembre a causa dell’emergenza sanitaria che ha condizionato il calendario dell’intera stagione 2020, è stata vinta dall’inglese Simon Yates davanti a Geraint Thomas ed al polacco Rafal Majka.

I corridori si presenteranno al via della prima tappa il 10 marzo prossimo, per pedalare per 156 chilometri da Lido di Camaiore a Lido di Camaiore.

La frazione in Versilia è suddivisa in due circuiti da compiere varie volte. Nella prima parte è prevista per tre volte l’ascesa del Monte Pitori dal versante Stiava mentre la seconda parte della tappa comprende un circuito completamente pianeggiante di circa 29 chilometri da percorrere tre volte tra Pietrasanta e Lido di Camaiore, con volatona finale al Lido di Camaiore.

Il giorno dopo i corridori partiranno da Camaiore alla volta di Chiusdino, piegati sulla bicicletta per 226 chilometri, lungo strade mosse cui prestare molta attenzione. Dopo aver attraversato la pianura pisana e toccato Ponsacco e Peccioli, i corridori raggiungeranno il senese con una serie di saliscendi più o meno impegnativi tra Rosia, Monticiano e la vetta del Poggio alla Croce, dove è collocato un Gran Premio della Montagna. Anche in questo caso un circuito finale di 27 chilometri tra Chiusdino e San Galgano porterà i corridori all’arrivo, con gli ultimi chilometri prevalentemente in salita.

E’ sul traguardo di Chiusdino che i pretendenti alla vittoria finale dovranno per forza mettersi in evidenza.

Terza tappa ancora in parte sulle strade toscane, da Monticiano a Gualdo Tadino, in Umbria. Saranno 189 chilometri attraversando ancora il senese sull’asfalto steso tra Murlo ed Asciano per toccare infine Cortona, l’ultima località della nostra regione lambita dai corridori prima di entrare in Umbria.

I giorni successivi costringeranno i partecipanti a confrontarsi con la neve in cima alla salita di Prati di Tivo in Abruzzo, con i muri brevi e ripidissimi di Castelfidardo, con la strada ondulata che porterà i corridori all’arrivo di Lido di Fermo.

Infine, l’ultima tappa, la settima, una cronometro individuale di undici chilometri a San Benedetto del Tronto, tradizionale punto di arrivo di questa corsa, chiamata anche la “corsa dei due mari”.

Al via ci sarà sicuramente Vincenzo Nibali. Il portacolori della Trek Segafredo ha dichiarato: “La Tirreno-Adriatico è un must del mio calendario””E poi c’è una cornice unica come il centro Italia, che ben conosco. Dalla Toscana, dove mi sono consacrato come giovane corridore, alle Marche, un territorio stupendo che ho imparato ad amare recentemente”.

Non resta quindi che attendere il 10 di marzo, nella speranza di poter scendere in strada almeno un attimo, giusto per un incitamento ed un applauso, giusto per consumare in pochi secondi il passaggio variopinto della carovana dei ciclisti.

TIRRENO - ADRIATICO 2021

10 Marzo, prima tappa a Lido di Camaiore, 156 km, per velocisti
11 Marzo, seconda tappa, Camaiore a Chiusdino, km 226, per attaccanti
13 Marzo, terza tappa, Monticiano-Gualdo Tadino, 189 km, arrivo al 4%
13 Marzo, quarta tappa, Terni-Prati di Tivo, km 148, con arrivo in salita di 14,5 km con 22 tornanti
14 Marzo, quinta tappa, Castellalto-Castelfidardo, km 205, la “Tappa dei Muri” con un circuito finale di 23 km circa da ripetere 4 volte
15 Marzo, sesta tappa, Castelraimondo - Lido di Fermo, km 169, per velocisti
16 Marzo, settima e ultima tappa, cronometro a San Benedetto del Tronto, km 11,1

Marco Burchi
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Operatori socio-sanitari, infermieri, educatori, animatori, fisioterapisti, manutentori e amministrativi sono i profili ricercati dalla nuova gestione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Lavoro

Cronaca