Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:45 METEO:FIRENZE15°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 23 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Europa League, maxi-rissa al termine di Sparta Praga-Galatasaray: le immagini

Attualità martedì 07 novembre 2023 ore 18:25

Via al recupero dei fanghi alluvionali, ecco come

idrovora

Publiacqua informerà i cittadini il giorno prima via telefono. I Comuni interessati, le regole sui materiali, i dispositivi anti truffa



FIRENZE — Partono domani i primi interventi sul territorio per la raccolta dei fanghi alluvionali presenti nelle civili abitazioni. I primi comuni interessati saranno Campi Bisenzio, Prato e Montemurlo.

Complessivamente i territori comunali interessati dal servizio sono Campi Bisenzio, Carmignano, Cantagallo, Montale, Montemurlo, Prato, Poggio a Caiano, Quarrata.

Publiacqua informerà i cittadini interessati dall'intervento a partire dalle 18,30 del giorno precedente l'intervento tramite telefonate ai numeri fissi e sms al cellulare

Allo stesso tempo sul sito di Publiacqua saranno indicate le strade che ciascun Comune ha segnalato per il servizio. La pagina è in corso di costante aggiornamento seguendo l'evoluzione delle informazioni che arriveranno dai Comuni.

I materiali

Il servizio, sottolinea Publiacqua, è finalizzato a recuperare fanghi e acqua non inquinata: "Nel caso in cui ci fossero state dispersioni inquinanti (quali idrocarburi etc.) - spiega una nota - il servizio non potrà essere effettuato. È necessario segnalare agli operatori il rischio dell’inquinamento. La responsabilità di danni all’ambiente dall’eventuale presenza di inquinanti potrebbe infatti ricadere sui cittadini stessi".

Publiacqua non potrà effettuare il recupero dei fanghi palabili. I sedimenti non dovranno contenere materiale frammisto non recuperabile quali: plastiche, stracci, carta, bottiglie e così via. Questo perché i fanghi recuperati saranno smaltiti in ambiente non possono contenere materiale inquinante.

I numeri a disposizione dei cittadini

Sono stati attivati tre numeri a cui i cittadini possono riferirsi in orario 9-19 nel caso in cui non trovassero la propria via sull'elenco pubblicato sul sito di Publiacqua o volessero informazioni aggiuntive.

I numeri sono i seguenti: 335-8219466; 335-8128419; 338-6050094.

"Ricordiamo a coloro che non avessero ancora fornito a Publiacqua il proprio numero di cellulare per gestire le emergenze ed utile, in questa circostanza, ad essere avvisati del servizio di raccolta fanghi alluvionali, che lo stesso può essere comunicato tramite la form presente sul sito di Publiacqua alla pagina Ti chiamiamo noi (https://www.publiacqua.it/contatti/ti-chiamiamo-noi)", specifica Publiacqua.

Attenzione alle truffe

I mezzi e gli operatori incaricati da Publiacqua del servizio saranno dotati di un pannello di riconoscimento e saranno accompagnati da squadre di volontari che gli saranno di supporto.

Il Comune e la Polizia Municipale sono in possesso delle targhe dei mezzi autorizzati. Nel caso di dubbi i cittadini possono quindi segnalare alla polizia municipale per un’immediata verifica.

Il servizio è gratuito e non dovrà essere corrisposto alcun compenso.

A conclusione dell’intervento sarà invece richiesto la firma di un verbale utile a garantire l’avvenuto svolgimento del servizio ed a monitorare eventuali problematiche o cause ostative allo svolgimento dello stesso. Tale verbale conterrà anche l’attestazione da parte del cittadino che non ci sono stati sversamenti di inquinanti nei fanghi da asportare.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno