Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:43 METEO:FIRENZE14°17°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 30 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Dnipro, morti due bambini nella casa distrutta dai missili: il cane resta di guardia tra le macerie

Cultura giovedì 28 marzo 2019 ore 17:15

Il Codice Atlantico di Leonardo a Palazzo Vecchio

Dodici fogli selezionati tra i 1.119 della monumentale raccolta conservata a Milano in mostra per i cinquecento anni dalla morte del genio



FIRENZE — Dodici preziosi fogli scelti tratti dal Codice Atlantico conservato nella storica biblioteca Ambrosiana di Milano sono l'oggetto della mostra ospitata da Palazzo Vecchio a Firenze e curata da Cristina Acidini, promossa da Comune di Firenze e organizzata da Mus.e "Leonardo e Firenze". L'esposizione è in programma fino al prossimo 24 giugno nella sala dei Gigli.

Una preziosa selezione di scritti e disegni che riporta Leonardo, che si definiva 'pictor florentinus', a Firenze nell'anno del Cinquecentenario della morte del genio Da Vinci. 

La curatrice della mostra Cristina Acidini ha spiegato che "non si è voluta fare una scelta cronologica, tentando di ricostruire le attività e le ricerche di Leonardo, né una scelta di tipo estetico, privilegiando i fogli con disegni più grandi e godibili. Si è fatto invece un percorso diverso e mai tentato, partendo dalla città stessa della mostra, Firenze, e andando a cercare nei fogli del Codice i tanti richiami al luogo d'origine, mai veramente lasciato e comunque mai dimenticato". 

Il Codice Atlantico conservato a Milano è composto da 1.119 fogli e, dopo il restauro del 2008, è stato oggetto di 24 mostre. I dodici fogli in mostra a Firenze sono stati scritti tra gli anni Settanta del Quattrocento e la morte di Leonardo, nel 1519.

"Una mostra su Leonardo nell'anno Leonardiano, a 500 anni dalla morte, quando tutta Italia e oltre festeggiano il Genio con eventi, iniziative ed esposizioni - ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella - è stata una sfida doverosa e avvincente, della quale ringrazio la curatrice Cristina Acidini, studiosa appassionata che ha trovato una diversa narrazione dell'artista caratterizzata dal rapporto sempre solido e mai dimenticato con la nostra e sua città". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'allerta meteo è scattata nel tardo pomeriggio e andrà avanti fino alle 7 di domani, venerdì. Ecco quali sono le zone della regione più a rischio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità