Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:40 METEO:FIRENZE14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 07 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
«Zitti e Buoni», il videoclip del brano vincitore di Sanremo

Attualità venerdì 07 febbraio 2020 ore 17:40

Un telescopio toscano indaga i segreti del Sole

C'è la firma dell'Università di Firenze nella missione diretta verso il Sole. Sulla sonda è stato montato il coronografo Metis, prodotto in Italia



FIRENZE — La sonda interplanetaria Solar Orbiter sta per decollare da Cape Canaveral per una missione a caccia dei segreti del Sole dopo dieci anni di sviluppo, realizzazione e test. E' stata realizzata dall’Agenzia spaziale europea, con il contribuito significativo dell’Università di Firenze. Il lancio è previsto per domenica 9 febbraio.

Sulla sonda, insieme ad altre strumentazioni scientifiche, è montato il coronografo Metis, cioè il telescopio che osserverà la corona, la parte più esterna dell’atmosfera solare: principal investigator di Metis è Marco Romoli, docente di Astrofisica all’Ateneo fiorentino e associato dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF). “Il coronografo - ha detto Romoli - crea un’eclisse artificiale, che nasconde il Sole e permette l’osservazione dell’emissione della corona solare, milioni di volte meno intensa di quella del disco solare. Grazie ad un innovativo ed ingegnoso disegno ottico, Metis è il primo coronografo progettato per ottenere immagini della corona solare in luce visibile e ultravioletta. Le sue osservazioni saranno cruciali per arrivare finalmente a capire i meccanismi di innesco e accelerazione delle eruzioni solari, che causano violente perturbazioni nell’eliosfera, disturbando la magnetosfera terrestre fino a provocare le tempeste geomagnetiche”.

Il coronografo solare è un progetto a firma prevalentemente italiana, finanziato dall’Agenzia Spaziale Italiana tramite l’INAF, progettato da ricercatori di vari osservatori e atenei italiani e prodotto da un consorzio di industrie nazionali guidato da OHB Italia e Thales Alenia Space.

Il lancio della Sonda Solar Orbiter, che raggiungerà per la prima volta la distanza dal Sole di 0.28 unità astronomiche e l’inclinazione rispetto all’eclittica fino a 35 gradi, avverrà a bordo di un razzo Atlas V.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità