Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:FIRENZE23°35°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 13 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La ministra francese dello sport francese si tuffa nella Senna per rassicurare tutti in vista delle Olimpiadi: «È pulito»
La ministra francese dello sport francese si tuffa nella Senna per rassicurare tutti in vista delle Olimpiadi: «È pulito»

Cronaca martedì 19 dicembre 2017 ore 18:16

Le grida dei genitori per il figlio tra le fiamme

Il padre e la madre del giovane morto carbonizzato nel rogo del capannone hanno dato l'allarme non trovandolo più. La procura ha aperto un'inchiesta



SESTO FIORENTINO — Le loro grida disperate non sono servite a salvare la vita al figlio di 27 anni, ipovedente, rimasto intrappolato tra le fiamme che hanno distrutto il capannone in via Ponte a Giogoli all'Osmannoro

I genitori dell'uomo, infatti, non trovandolo dopo essere fuggiti all'esterno della palazzina hanno subito chiesto aiuto alle forze dell'ordine ma i vigili del fuoco sono potuti entrare dentro solo dopo aver completato le operazioni di raffreddamento. A quel punto hanno trovato il corpo carbonizzato dell'uomo che ancora deve essere ufficialmente identificato. Potrebbero essere stati proprio per i problemi di vista a impedirgli di mettersi in salvo insieme agli altri occupanti. Nel capannone, di proprietà di Ikea, si erano stabilite infatti da anni circa cinquanta persone in condizioni igieniche e di sicurezza di estrema precarietà. 

Per domare le fiamme, che hanno prodotto una colonna di fumo ben visibile anche dalla vicina autostrada, è intervenuto un vasto spiegamento di vigili del fuoco da Firenze con rinforzi anche da Prato e da Pistoia. 

Tra le ipotesi sulle cause, per il momento la più accreditata sembra essere quella del malfunzionamento dei precari impianti di riscaldamento allestiti nel capannone. Intanto la procura ha aperto un'inchiesta contro ignoti per omicidio colposo

Dopo la tragedia il Consiglio regionale della Toscana ha svolto un minuto di silenzio per la vittima del rogo. A chiedere il momento di raccoglimento è stato il capogruppo Fdi Giovanni Donzelli che ha ricordato di aver svolto a febbraio un sopralluogo proprio nel capannone in cui si è verificato il rogo. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno