Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:02 METEO:FIRENZE16°25°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 06 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Stati Uniti, donna ammanettata nell'auto della polizia travolta da un treno merci

Cronaca venerdì 29 aprile 2022 ore 19:25

Contributi Covid, sequestri per 363mila euro in un'azienda

Foto Guardia di Finanza
Foto Guardia di Finanza

I titolari avevano ricevuto i contributi del decreto Cura Italia per produrre mascherine anti-Covid ma, pochi mesi dopo, iniziarono altre pruduzioni



PROVINCIA DI PISA — La Guardia di Finanza di San Miniato ha eseguito il seguestro di oltre 363mila euro e di alcuni macchinari di proprietà di un'azienda del comprensorio del Cuoio operante nel settore dell'abbigliamento. L'accusa a carico dei titolari è di aver commesso irregolarità nell'uso dei contributi pubblici a fondo perduto ricevuti all'inizio della pandemia di Covid per realizzare dispositivi di protezione come le mascherine.

I contributi, erogati in base al decreto "Cura Italia", erano riservati alle imprese che intendessero riconvertire la produzione e fabbricare dispositivi medici e di protezione individuale come appunto le mascherine, al fine di rispondere all'enorme fabbisogno di quel momento in tutta Italia. Secondo i riscontri delle Fiamme Gialle,  l'azienda in questione, dopo aver percepito il contributo, ha sì acquistato macchinari idonei per la produzione di mascherine ma, dopo pochi mesi, avrebbe cominciato ad impiegarli per altre produzioni tessili. Sempre secondo la ricostruzione della Finanza, gli stessi macchinari sarebbero stati messi a disposizione anche di un'altra ditta di Empoli, riconducibile allo stesso nucleo familiare, che li avrebbe usati per confezionare capi di abbigliamento. Il reimpiego delle macchine sarebbe stato deciso senza aver preventivamente richiesto e ottenuto l'autorizzazione di Invitalia, l'ente governativo che aveva erogato i contributi: per legge la produzione di mascherine avrebbe dovuto essere mantenuta per almeno 2 anni.

Il Tribunale di Pisa, su richiesta della Procura della Repubblica, ha quindi emesso un’ordinanza di sequestro preventivo, eseguito dai finanzieri della Compagnia di San Miniato, di 363.743,10 euro, equivalente all’importo del contributo ottenuto dall'azienda, e un ulteriore sequestro sui macchinari.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La giovane soccorsa dal personale sanitario del 118 è stata trasferita con l'elicottero Pegaso all'ospedale delle Scotte di Siena, in codice rosso
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità