Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE16°26°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 06 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Dentro la prima linea di Kherson, tra carri armati distrutti, morti e russi in fuga

Attualità sabato 05 settembre 2020 ore 14:47

Fondi europei, 264 milioni di euro già spendibili in Toscana

Enrico Rossi e Giuseppe Provenzano
Enrico Rossi e Giuseppe Provenzano

Il presidente della regione Rossi e il ministro Provenzano hanno firmato l'accordo. Quasi tutti i bandi in pubblicazione a metà Settembre



FIRENZE — Arrivano i fondi per l’emergenza Covid e per far ripartire l’economia in affanno. I bandi toscani saranno pubblicati quasi tutti tra il 15 e 16 settembre ed oggi hanno firmato il relativo accordo il ministro per la coesione territoriale Giuseppe Provenzano, in visita a Firenze, e il presidente della Regione Enrico Rossi. 

Si tratta di fondi europei per oltre 264 milioni di euro rimodulati rispetto all’originaria destinazione e riorientati da subito verso quei settori che più hanno risentito della pandemia, e di fondi del Cipe (ovvero del Governo), messi a disposizione praticamente in ugual misura per rifinanziare i progetti Fesr e Fse ‘deprogrammati’, in modo che niente vada perso ed anche quegli interventi vengano portati a termine.

L’operazione varata in Toscana a fine luglio è stata resa possibile grazie a due mosse: l’accordo con il Governo, per l’appunto, e il via libera dall’Unione europea, già arrivato ad agosto. Un risultato duplice, ha sottolineato Rossi, che consente di usare subito risorse per l'emergenza e nello stesso tempo di recuperare e sveltire ulteriormente la conclusione del programma di investimenti europei 2014-2020. Un risultato per il quale la Toscana ringrazia sia il governo che la Commissione europea che hanno risposto positivamente alle sue richieste.

Su 264 milioni di euro la voce più consistente, 141 milioni, è destinata a sostenere le attività economiche. L’intervento di maggior spessore è rappresentato da 115 milioni per contributi a fondo perduto per le Pmi che abbiano sostenuto, a partire da febbraio 2020, investimenti materiali ed immateriali. Saranno ammessi progetti da 20 mila ad un massimo di 200 mila euro, finanziati da un minimo del 40 fino all’80 per cento. Sono previsti anche interventi di sostegno alla digitalizzazione (10 milioni), alle realtà operanti nelle aree interne (6 milioni) e per il sostegno delle aziende del turismo che più hanno risentito della crisi (10 milioni).

Dei fondi europei riprogrammati (168 milioni dal programma operativo Fesr e quasi 97 milioni Fse), come ha ricordato l'assessore al bilancio presente anche lui alla firma, altri 70 milioni saranno destinati all’emergenza sanitaria; in particolare 10 saranno destinati alla realizzazione di programmi di telemedicina per cronici cardiopatici e 60 milioni per coprire le maggiori spese sostenute in questi mesi, dagli stipendi del personale agli incentivi o l’acquisto di tute e mascherine. L'accordo, come ha spiegato l'assessore, può contare su risorse già assegnate e a breve sarà possibile accedervi attraverso bandi "a sportello", cioè a scadenze periodiche e più facili da utilizzare, che saranno pubbblicati nelle prossime settimane. Uno strumento che è stato messo in piedi e reso disponibile a tempo di record, in poco più di due mesi, fra luglio a settembre.

Non manca il sociale: 30 milioni per il sostegno delle fasce delle popolazione a rischio, a partire dagli aiuti alimentari destinati ai comuni di media e piccola dimensione. Tredici milioni saranno indirizzati ai lavoratori del settore privato e con figli piccoli fino a sei anni, in modo da aiutarli a conciliare famiglia e lavoro, e 5,7 milioni di indennità per i tirocini sospesi. Cinque milioni saranno investiti su scuola e formazione: 3,7 milioni per l’acquisto di attrezzature e 1,3 milioni sulle competenze digitali.

Sul settore turistico, pur non facenti parte della riprogrammazione, la Toscana investirà anche 6 milioni e mezzo per sostenere la promozione e altri 5 milioni per il sostegno alla valorizzazione delle politiche di ambito territoriale. Inoltre la giunta ha già provveduto a dare il via a misure di sostegno per l’accesso al credito che avranno un valore di 10 milioni, anch’essi non ricomprese nella riprogrammazione. Altri 4,83 milioni arrivano dal bilancio regionale, a seguito dell’assestamento, per l’edilizia scolastica, altri 10 milioni per il sostegno al traffico aereo per il turismo in entrata, 1 milione e 288 mila euro per il sistema neve e 1 milione e 100 mila euro per eventi turistici.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La giovane soccorsa dal personale sanitario del 118 è stata trasferita con l'elicottero Pegaso all'ospedale delle Scotte di Siena, in codice rosso
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Lavoro

Attualità