Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 23:09 METEO:FIRENZE18°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 28 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid, a Milano folla sui Navigli nell'ultimo weekend in fascia gialla

Imprese & Professioni lunedì 28 dicembre 2020 ore 07:35

È italiano l’ascensore di cristallo che renderà l’Acropoli accessibile a tutti

Felice combinazione di tecnologia e design, con una cabina di cristallo stratificato completamente trasparente in modo da concedere agli utenti di riempirsi gli occhi dello strepitoso panorama, in meno di un minuto collega Peripatos con Eretteo, sul lato nord dell’Acropoli.



TOSCANA — Realizzato da un’azienda italiana e consegnato in occasione della Giornata Mondiale della Disabilità, l’ascensore panoramico inclinato migliorerà l’accesso alle persone con disabilità in visita all’Acropoli di Atene: un motivo di orgoglio nazionale per una costruzione dal forte valore simbolico che rende godibile a tutti, in ugual misura, il monumento d’immenso valore storico eletto nel 1986 a Patrimonio dell’Umanità.

Secondo una ricerca condotta dall’Unione Europea, circa il 20% della popolazione dei Paesi UE è coinvolta in maniera più o meno diretta nella limitazione derivante dalla presenza di barriere architettoniche e 3 milioni gli italiani sarebbero costretti a rimanere in casa per colpa di questo genere di ostacoli. Sebbene il superamento di tutto ciò che non permette la completa mobilità delle persone costituisca un obbligo normativo e un dovere sociale cui ogni architetto dovrebbe essere chiamato al momento di progettare un edificio o un’infrastruttura in vista di una convivenza civile e di un ambiente urbano più vivibile, l’abbattimento delle barriere architettoniche in casa, come nei luoghi pubblici, sia all’interno sia all’esterno degli edifici, non è una realizzazione così scontata. Se molti palazzi ancora privi di ascensore sono nati in un’epoca in questo strumento non esisteva, non è un motivo sufficiente per non prendere in considerazione dei lavori che possano rendere certi edifici più moderni e confortevoli. Così com’è impensabile che ci siano ancora luoghi pubblici, come musei, cinema, ristoranti e negozi, la cui fruibilità è di fatto interdetta a persone ridotte o limitate nella loro capacità motoria, per mancanza di servoscala con pedana, rampe d’accesso per disabili o piattaforme elevatrici per superare rampe di scale, dislivelli o gradini all’ingresso.

Un problema sentito come fonte di disagio anche in Toscana, visto che per la sua risoluzione la Regione investe ogni anno molte risorse e s’impegna stimolando periodicamente le amministrazioni comunali all'approvazione dei PEBA(Piani per l'Eliminazione delle Barriere Architettoniche). Strumenti di cui, secondo la normativa nazionale, tutte le Amministrazioni Pubbliche devono dotarsi in relazione gli immobili di loro proprietà.

Il progetto dell’ascensore di cristallo

Realizzato dalla Maspero Elevatori, azienda lombarda di Appiano Gentile leader a livello internazionale nella progettazione, realizzazione e manutenzione di impianti elevatori speciali e di prestigio (sia per persone sia per merci), l’ambizioso progetto renderà possibile il trasporto di sedie a rotelle facilitando l’accesso all’Acropoli alle persone con disabilità e permettendo di visitare il leggendario monumento in tutta sicurezza. Un lavoro condotto in stretta collaborazione con la Fondazione Onassis, il Ministero della Cultura e gli Archeologi della Central Archaeological Council (KAS) che hanno concertato i loro sforzi per arrivare a sviluppare quella che si è rivelata una soluzione eccellente, sia dal punto di vista tecnico, che estetico. Con un cambio di inclinazione che va dai 38° ai 78°e una capienza di 1.250 chilogrammi, l’ascensore ha la capacità di trasportare 16 persone (2 carrozzine con accompagnatori) e, in caso di emergenza, anche una barella dell’ambulanza. Felice combinazione di tecnologia e design, con una cabina di cristallo stratificato completamente trasparente in modo da concedere agli utenti di riempirsi gli occhi dello strepitoso panorama, in meno di un minuto collega Peripatos con Eretteo, sul lato nord dell’Acropoli.

Completato nonostante le difficoltà operative dovute al lockdown e le restrizioni di Italia e Grecia a seguito della diffusione dell’epidemia da Covid 19, secondo Andrea Maspero, amministratore delegato della Maspero Elevatori “l’entrata in funzione dell’impianto sarà programmata non appena lo stato di emergenza e la situazione pandemica lo permetteranno”. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità