Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE18°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, il bombardamento del palazzo della sede dell'Ap e di Al Jazeera

Attualità venerdì 09 aprile 2021 ore 12:19

Giani mantiene le zone rosse localizzate

Eugenio Giani
Eugenio Giani

Il governatore: "Anche se torniamo in arancione le 5-6 zone che superano i 250 nuovi casi di Covid ogni 100mila le tengo in zona rossa". Rt a 1,01



FIRENZE — Un altro venerdì di tribolazioni in Toscana per decidere le zone di rischio Covid. I dati regionali consentono il probabile passaggio del territorio regionale dalla zona rossa a quella arancione a partire da lunedì prossimo ma il governatore Eugenio Giani è fermamente intenzionato a lasciare in rosso le province o le aree dove l'incidenza del contagio è ancora al di sopra della soglia-limite di 250 nuovi casi alla settimana ogni centomila abitanti.

"Come Rt oggi siamo a 1,01 quindi addirittura molto vicini alla zona gialla - ha detto Giani intervistato durante la trasmissione Storie Italiane su RaiUno - Come incidenza siamo a 230, quindi al di sotto di 250, ma deciderà la cabina di regia del governo. Io però voglio tenere un atteggiamento prudente e rigoroso perchè negli ospedali toscani la situazione è veramente al limite della saturazione. Quindi le zone che superano il limite di 250 casi le terrò in zona rossa: la provincia di Prato, la zona del Valdarno inferiore-empolese e alcune zone socio-sanitarie di cui mi stanno arrivando i dati. Questa decisione deve essere presa in giornata".

Ieri, 8 Aprile, solo 2 province toscane superavano la soglia di 250 nuovi casi settimanali ogni cemila abitanti: Prato (310x100mila) e Firenze (273x100mila), ovviamente con una situazione molto variegata da Comune a Comune.

Vicino al limite le province di Lucca (239x100mila), Pisa (232x100mila) e Pistoia (227x100mila), seguite dalla provincia di Arezzo (205x100mila) e da quella di Siena (203x100mila).

Le province dove l'incidenza è più bassa sono quelle di Livorno (191x100mila), di Massa Carrara (164x100mila) e di Grosseto (114x100mila).

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un effetto collaterale che si è verificato nella studentessa è quello di aver sempre sete. Il virologo Pregliasco l'ha presa in cura
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità