comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:50 METEO:FIRENZE12°19°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 20 ottobre 2020
corriere tv
«Due» il primo concerto live per un solo spettatore alla volta

Attualità mercoledì 28 ottobre 2015 ore 13:20

Giornata mondiale per la lotta all'ictus

Ogni anno in Toscana si verificano circa 10 mila casi, La regione ha deciso di lanciare un video e uno spot radio per sensibilizzare la cittadinanza



FIRENZE — L'ictus colpisce più frequentemente gli anziani e nel 20% dei casi è costituito da emorragia celebrale. Secondo le stime una persona su sei avrà un ictus nel corso della sua vita.

Nel 40% dei casi le conseguenze sono drammatiche come morte e disabilità grave e le possibilità di ridurre i danni diminuiscono molto velocemente con il passare del tempo dopo l'attacco. 

Ad oggi viene trattato in Toscana solo il 4% dei pazienti trattabili. Colpa del ritardo con cui pazienti e familiari contattano il 118, da qui la necessità di lanciare questa campagna di sensibilizzazione che vuole comunicare a tutti i cittadini come riconoscere un ictus e come reagire nei tempi più brevi possibili.

Nel video della regione presentato dall'assessore alla sanità Stefania Saccardi insieme a Domenico Inzitari, direttore della Stroke Unit della AOU di Careggi e Alessandro Viviani, presidente dell'Associazione Alice per la lotta all'Ictus si può osservare un cronometro, nel quadrante l'immagine di un cervello, e le lancette che, girando inesorabilmente ne deteriorano le cellule. Su una colonna sonora da thriller, una voce informa che l'ictus distrugge 2 milioni di cellule cerebrali al minuto per colpa di un'interruzione improvvisa dell'afflusso di sangue al cervello, che può colpire tutti e che è fondamentale riconoscerne i sintomi e intervenire tempestivamente.

Fino al 12 novembre, video e spot gireranno sulle tv e radio toscane, per raggiungere il maggior numero di persone possibile.

"Ci dicono gli esperti che nella lotta all'ictus il tempo è un fattore determinante - ha detto l'assessore Saccardi - Per questo, con la campagna della Regione, abbiamo voluto mettere l'accento proprio sulla necessità di intervenire tempestivamente. Il video e lo spot che presentiamo oggi amplificheranno il messaggio e lo faranno arrivare a quante più persone possibile. L'importante, appena si riconoscono i sintomi, è chiamare subito il 118. Una volta arrivato in ospedale, il paziente avrà tutta l'assistenza necessaria. L'intervento tempestivo è in grado non solo di salvare la vita, ma anche di evitare invalidità gravi".

"Ancora oggi - sottolinea il professor Inzitari - l'ictus non è ben rappresentato nella mente delle persone. Chi è a rischio non conosce la prevenzione e non riconosce i sintomi. Anche in questo caso, prevenire è meglio che curare".

STEFANIA SACCARDI SU GIORNATA MONDIALE PER LA LOTTA ALL'ICTUS - dichiarazione


Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità